Virologi in politica: Pregliasco si candida col Pd in Lombardia

Virologi in politica: Pregliasco si candida col Pd in Lombardia

Il Partito democratico si affida ad un altro virologo per drizzare le proprie sorti elettorali. Che non sembrano migliorare malgrado sia all’opposizione, posizione che generalmente facilita il compito. Infatti, dopo aver schierato ben tre virologi all’ultima tornata elettorale (ne abbiamo parlato qui) per le regionali in Lombardia schiera il quarto: Fabrizio Pregliasco, il quale sosterrà il candidato Pierfrancesco Majorino.

Pregliasco è tra l’altro quello che, insieme a Matteo Bassetti, per ora fuori dalla politica, ha avuto maggiore visibilità mediatica durante la Pandemia da Covid-19. E ancora oggi va in Tv a dire la sua sulla gestione sanitaria del virus, complice anche l’influenzale stagionale ormai entrata a gamba tesa nella vita degli italiani.

Fabrizio Pregliasco candidato con il Pd in Lombardia

Come riporta La Stampa, Pregliasco sfiderà come capolista sia Letizia Moratti che Attilio Fontana e sarà candidato nella lista civica a sostegno di Majorino presidente. Quest’ultimo, lo ricordiamo, sarà anche appoggiato dai Cinquestelle.

Ammette di aver sempre votato centro-sinistra ma che l’attuale compagna è stata per un periodo assessore con Formigoni in Regione Lombardia, dunque nella parte politica avversa.

Fabrizio Pregliasco si cala bene nel ruolo del candidato e critica apertamente i due oppositori, dichiarando le sue idee:

lotta alle liste di attesa troppo lunghe, più attenzione ai disabili e anche ai meno abbienti che spesso rimangono ai margini del sistema pubblico

Poi parla del governo Meloni che a suo dire

Ha preso provvedimenti improntati a un liberi tutti che sembrano dettati da un certa attenzione al mondo novax

Del resto, Fratelli d’Italia in campagna elettorale ha anche promesso una commissione d’inchiesta sulla gestione della pandemia e sui danneggiati da vaccino

Virologi e politica: a love story

Dunque, dopo attori e attrici, showman e showgirl, sportivi e sportive, magistrati e magistrate, giornalisti e giornaliste, anche i virologi si stanno dando alla politica.

Per Matteo Bassetti il cuore dei suoi colleghi virolgi batte troppo a sinistra, sottolineando il fatto che Pregliasco, Crisanti e Lopalco si sono tutti candidati alle elezioni da quella parte politica. Così come Massimo Galli e Antonella Viola non hanno mai nascosto le loro simpatie verso quella parte politica.

Ad onor del vero, anche a destra i virologi raccolgono poltrone. Si pensi all’ex Rettore di Tor Vergata, Orazio Schillaci, salito nello scranno più alto al ministero della Salute. O al virologo Giorgio Palù che si appresta ad assumere i pieni poteri all’Aifa, l’Agenzia del farmaco di cui oggi è un presidente più onorario che di fatto.

Insomma, sarà difficile, almeno nell’immediato, far tornare i virologi nei laboratori e nelle cliniche dove erano fino al 2019. Quando la luce dei riflettori si accende, diventa poi difficile farne senza.

Ricevi via mail le news che i Tg non riportano (controlla anche in Spam)

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.