Pace Terra dignità, l’interessante progetto di Santoro per le europee

Pace Terra dignità, l’interessante progetto di Santoro per le europee

Vediamo programma e candidati di Pace Terra Dignità, movimento ideato dal giornalista Michele Santoro e da Raniero La Valle.

Il prossimo 8 e 9 giugno si terranno le elezioni europee, per rinnovare il Parlamento con sede a Bruxelles. Elezioni ancora più importanti di quelle nazionali, visto che ormai il grosso delle normative parte da lì e gli stati membri devono solo armonizzare il proprio. Fermo restando che a governare siano sempre i soliti potentati finanziari, economici e militari, a partire da Black Rock. Dunque anche gli europarlamentari sono solo marionette.

Detto questo, un’interessante novità di rottura per quanti ci credono ancora è rappresentata da Pace Terra Dignità, movimento ideato dal giornalista Michele Santoro e Raniero La Valle (anch’egli giornalista, politico e intellettuale italiano) entrambi peraltro candidati.

Santoro è stato già europarlamentare come Indipendente, seppur nelle fila dei Democratici di sinistra, nel periodo in cui fu defenestrato dalla Rai in ossequio all’editto Bulgaro voluto dall’allora Premier Silvio Berlusconi. Che volle la cacciata dalla Rai anche del decano del giornalismo italiano, Enzo Biagi, e di Daniele Luttazzi.

Pace Terra Dignità è riuscito a raccogliere tutte le firme necessarie per potersi presentare in tutte le 5 circoscrizioni previste, ottenendo il nulla osta anche nell’area Nord Ovest, dove per un cavillo burocratico rischiava di non potersi candidare.

Il che mostra quanto entusiasmo ci sia intorno a questo movimento, probabilmente perché coinvolge quanti si sentono ormai da tempo delusi dai partiti di sinistra, ma anche dallo stesso Movimento cinque stelle. Ormai diventato parte integrante della Casta e dall’establishment.

Per essere eletto dovrebbe superare la soglia di sbarramento del 4%. Ma i fondatori del Movimento si dicono soddisfatti anche di un 3 percento.

Vediamo qual è il programma di Pace Terra Dignità e i candidati.

Il programma di Pace Terra Dignità

Il programma di Pace Terra Dignità è sintetizzato nello stesso nome. Potrete leggerlo nella sua completezza qui, mentre di seguito riportiamo i punti salienti.

Pace

  • Cessare l’invio di armi all’Ucraina e coadiuvarla in un negoziato;
  • Condanna della strage del 7 ottobre e il diritto degli israeliani a vivere in pace e in sicurezza. Ma anche denunciare il massacro in corso a Gaza e tutto quanto sta accadendo;
  • l’identificazione della guerra a Gaza come genocidio e la sua inclusione nella normativa sul genocidio, fatto salvo il diritto di difesa;
  • Battersi per i diritti dei curdi e per la liberazione di Abdullah Ocalan e dei prigionieri politici in Turchia;
  • L’Europa è una Unione di Stati ma non deve diventare un Super-Stato ma aprire una fase nuova di cooperazione fra i popoli;
  • Il Parlamento Europeo deve avere l’iniziativa legislativa e deve partecipare al processo decisionale nell’ambito della politica estera e della sicurezza comune. Occorre efficacia di intervento al Consiglio di Sicurezza dell’ONU e l’ingresso tra i Membri Permanenti di altri grandi Paesi come il Brasile, l’India e il Sud Africa;
  • L’Ue deve promuovere una Costituzione Mondiale con la creazione di efficaci Istituzioni di garanzia per la pace e l’effettività dei diritti e dei valori riconosciuti come comuni all’intera umanità.

Terra

  • Impedire la fuga di capitali all’estero e l’incontrollata globalizzazione della finanza, introdurre la Tobin Tax sui movimenti speculativi e tassare le aziende del fossile;
  • Tassazione straordinaria sulle grandi ricchezze, sugli extra profitti delle banche, delle industrie energetiche, delle fabbriche di armi e delle piattaforme digitali;
  • Le tasse delle multinazionali devono essere pagate dove le società acquisiscono i loro ricavi ed i paradisi fiscali in Europa vanno aboliti;
  • Separazione netta tra banche di deposito, che devono curare i risparmi dei cittadini;
  • La politica economica di un Paese deve essere decisa dai Parlamentari democraticamente eletti e non dalla BCE o da tecnocrati di Bruxelles;
  • Gli investimenti delle banche commerciali sono legati al fossile per 7 euro su 10 e se invertissero la proporzione a favore delle energie rinnovabili fallirebbero;
  • Contenere il surriscaldamento in un grado e mezzo entro il 2030;
  • Cancellazione del debito pubblico in pancia alla BCE, che ammonta a un quarto del totale del deficit degli Stati membri. I cittadini europei devono a loro stessi il 25% dei loro debiti.

Dignità

  • Rivedere completamente gli accordi di Maastricht sui quali sono nate l’Unione e le cosiddette politiche di austerità;
  • Introdurre un sostegno economico universale a chi resta senza lavoro;
  • L’orario di lavoro va portato in Europa a 32 ore settimanali;
  • Condividere ed attuare la proposta di Carlo Rovelli sottoscritta da cinquanta premi Nobel per una riduzione bilanciata delle spese militari.

Chi sono i candidati di Pace Terra Dignità alle europee

L’elenco dei candidati del Movimento Pace Terra Dignità in tutte le circoscrizioni è stato sintetizzato nel video seguente. Ricordiamo che, in generale, è possibile esprimere fino a 3 preferenze, purché le prime due siano di candidati di genere diverso. Ma anche barrare una semplice croce “X” sul simbolo:

Ricevi le news su Telegram iscrivendoti al canale dal bottone seguente:

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.