OnlyFans per finanziare esercito ucraino: la squallida trovata

OnlyFans per finanziare esercito ucraino: la squallida trovata

Se è vero che “il fine giustifica i mezzi” e “in guerra e in amore tutto è lecito“, è anche vero che certe notizie lasciano basite. Forse perché ci si deve ancora abituare alle nuove tendenze, dove i Social e i nuovi business finiscono per entrare anche in una cosa seria come un Esercito. E in una guerra logorante come quella Ucraina, che non ci abbandonerà neppure in questo 2023 appena iniziato.

Infatti, in Ucraina hanno ben pensato di finanziare l’esercito, o per meglio dire la Legione georgiana, con degli strumenti come OnlyFans e le aste per decidere i nomi dei tank russi catturati.

Onlyfans per finanziare Legione georgiana dell’esercito ucraino

Come riporta Inside Over, Lily Starks – modella orientata al BDSM-switch (sembrano parole turche, ma si tratta di quante praticano sotto le lenzuola l’alternanza ruolo dominatore/sottomesso) – ha pubblicato un link per accedere alla sua pagina del famoso Social per guadagnare postando foto spinte (qui abbiamo spiegato come funziona e come si guadagna) e per acquistare lo shot. Reperibile anche su Twitter, dove la Legione Georgiana è particolarmente attiva.

Ma non solo: sempre la Legione Georgiana in questi giorni ha catturato un blindato russo, subito spacciato per tank (del resto nessuno conosce la differenza a parte chi mastica di fatti militari) e si è rivolta ai followers per scegliere un nome da dare al mezzo, previo pagamento. L’hashtag è tutto un programma: #pimpmytiger laddove “pimp” è un verbo a doppio senso: “equipaggiare” e “fare il pappone”.

Si accettano tante forme di pagamento: PayPal, bonifico bancario, BTC, Monobank. E c’è chi ha offerto oltre 6mila dollari per far vincere il proprio nome.

Cos’è la Legione georgiana

Cos’è la Legione georgiana così attiva sui Social? Come riporta Wikipedia, si tratta di un’unità militare interamente composta da volontari georgiani facente parte delle Forze armate ucraine. Dunque, una cellula georgiana all’interno dell’esercito ucraino. Del resto, anche la Georgia provò a distaccarsi dalla Russia, ma il tentativo fu soffocato con l’invasione russa nel 2008.

L’adesione è partita nel 2014, proprio quando è iniziata la crisi russo-ucraina, per poi essere ufficialmente integrata nell’esercito ucraino due anni ed è attualmente impiegata nell’ambito dell’invasione russa dell’Ucraina del 2022.

Ricevi via mail le news sulla guerra in Ucraina che i Tg non riportano (controlla anche in Spam)

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice