Nuova grana per Ignazio Marino: in Campidoglio si aggira il fantasma di un frate

Nuova grana per Ignazio Marino: in Campidoglio si aggira il fantasma di un frate

E’ stato rilevato da alcuni esperti, i GHR, chiamati pare proprio dal Comune
Per il Sindaco di Roma Ignazio Marino non c’è pace. Da quando è stato eletto Primo cittadino della Capitale, le grane non sono mai mancate. Con l’opposizione che ne chiede le dimissioni fin dal giorno dopo la vittoria delle elezioni. Lo stesso Partito democratico non sembra più convinto del chirurgo genovese, il quale però è sicuro di restare sulla sua poltrona fino al 2023 (convinto dunque anche di essere ricandidato e di vincere nel 2018). Anzi, se cambieranno la legge, di restarci per un terzo mandato. Dunque fino al 2028. Ma sogni di gloria a parte e reali o solo indirette responsabilità da parte sua, è sotto gli occhi di tutti il degrado che la Capitale d’Italia sta vivendo. Non a caso i giornali internazionali sono sempre pronti a scrivere articoli indecorosi. Ma ora, a parte il centrodestra e il Movimento cinque stelle, c’è qualcos’altro che insidia Marino al Campidoglio: un fantasma. Al punto che, come asserisce Il Tempo, il Comune ha dovuto chiamare tanto di esperti per studiare il fenomeno e confermare la sua presenza. Vediamo di seguito i particolari.

Le segnalazioni e l’arrivo degli espertiTutto è iniziato cinque anni fa, quando il personale addetto alla sorveglianza ha segnalato strani fenomeni tra le sale della sede della Giunta comunale: porte che si aprivano da sole, rumori di passi, voci. Tipici segnali che rievocano alla mente la presenza di un’entità soprannaturale. Si tratta, come riporta il giornale romano, del fantasma di un frate vissuto nel Medioevo, che fu murato vivo nella torre di Niccolò V dal comandante della guarnigione capitolina dopo che questi lo aveva sorpreso in compagnia della moglie. Classica storia da anima dannata che cerca vendetta e impesta il luogo dove è stato ucciso brutalmente. Così, il Comune di Roma ha chiamato un gruppo di ricercatori, i GHR. Questi, scortati dall’allora comandante dei vigili Angelo Giuliani, per tutta la notte del nove dicembre 2011 – data non casuale, giacchè è quella di quando è morto il frate e dunque i fenomeni si moltiplicano – hanno posizionato i propri strumenti nei 3 piani dello storico palazzo. Una scena da film Ghostbusters quindi. In fondo, si sta cercando di produrne un terzo e questa storia potrebbe offrire ottimi spunti per la sceneggiatura.
Le tre anomalie riscontrate – Gli esperti hanno così riscontrato tre strani fenomeni: 1) nella Sala della Musica compare una figura umanoide che sembra avere tanto di mantella. 2) la maniglia di una porta al piano superiore è risultata più calda di ben dieci gradi rispetto a quelle delle porte vicine; come se qualcuno l’avesse impugnata per diversi minuti poco prima. Ma in Campidoglio si trovavano solo i ricercatori. 3) una fotografia presenta un’ombra scura di lato.
Insomma, dopo gli ultras del Feyenoord che hanno distrutto la Barcaccia, i numerosi vigili in ferie, l’auto della moglie parcheggiata in una zona pedonale, Mafia Capitale, la spazzatura, i Casamonica e i loro funerali, accuse da viaggiatore instancabile e altro ancora, Marino deve affrontare pure il fantasma di un frate. Vedremo se Gabrielli o il Commissario del Pd romano Orfini gli daranno una mano anche in questo…

(Fonte: Libero)
/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice