Crea sito

Morto Casaleggio, cordoglio ipocrita della politica

E’ una sorte che capita a tanti. Essere snobbati, derisi, perfino disprezzati quando si è in vita, per poi essere ricordati con affetto e magari rivalutati da morti. E’ successo a poeti, pittori, scultori, scrittori, Re, politici, gente comune. Succede nella vita di tutti i giorni alle persone comuni, come ai personaggi famosi. Anzi, taluni famosi lo sono diventati proprio dopo morti. Penso a un esempio su tutti, dato che amo il personaggio: Vincent Van Gogh. Ieri ci ha lasciato Gianroberto Casaleggio, creatore del Blog di Beppe Grillo nel 2005 e poi cofondatore col comico genovese del Movimento cinque stelle. Da vivo veniva trattato come un’asceta, un Guru, un mago, un pagliaccio di cui diffidare. Da morto sono arrivati numerosi attestati di stima, perfino da personaggi da lui molto distanti. Morto Casaleggio, viva Casaleggio! Di seguito i vari cordogli sul web da parte del mondo politico, anche i più inaspettati. Morto Casaleggio, in tanti lo apprezzano.

Morto Casaleggio, il cordoglio di Cinquestelle ed estimatori

Casaleggio e Grillo
Una delle poche volte di Casaleggio e Grillo insieme sul palco

Partiamo con chi è credibile per il dolore provato avendo saputo che è morto Casaleggio. A darne notizia Beppe Grillo sul suo blog, con questo post: “Questa mattina è mancato Gianroberto Casaleggio, il cofondatore del MoVimento 5 Stelle. Ci stringiamo tutti attorno alla famiglia. Gianroberto ha lottato fino all’ultimo”.

“#CiaoGianroberto” è il laconico tweet con cui la candidata del Movimento 5 Stelle a sindaco di Roma, Virginia Raggi, ha commentato la scomparsa di Gianroberto Casaleggio.

Pizzarotti: ci ha lasciato un sognatore – “Ci ha lasciati un sognatore, che con un sogno ha costruito un progetto politico di cui il Paese aveva e ha ancora assoluto bisogno. Un progetto che sta a tutti noi, oggi, portare avanti con convinzione”. Commenta così il sindaco di Parma Federico Pizzarotti la morte di Gianroberto Casaleggio. “Non posso nascondere gli attriti e le discussioni che ho avuto con Gianroberto, non dirlo non renderebbe giustizia alla persona e all’uomo”, ha aggiunto.

Dario Fo: perdita gigantesca – La morte di Gianroberto Casaleggio “è una perdita gigantesca per il Movimento, e non so immaginare quali conseguenze possano verificarsi, ma sono certo che le persone straordinarie che ne fanno parte, specie i giovani dell’ultima generazione, saranno in grado di proseguire sulla giusta via”. E’ la testimonianza di Dario Fo, che di Casaleggio ricorda la “cultura” e “conoscenza straordinaria”, ma anche la “modestia”, l'”umiltà che è difficile trovare nell’ambiente della politica comune” e la “generosità nel modo di comportarsi”.

Farage: in lui c’era del genio – “Triste di apprendere della morte di Gianroberto Casaleggio, c’era del genio in lui”. Così Nigel Farage, leader euroscettico britannico dell’Ukip e alleato del Movimento 5 Stelle al Parlamento di Strasburgo, esprime oggi il suo cordoglio via Twitter per la scomparsa del più importante compagno di lotta politica di Beppe Grillo.

Verso le Amministrative 2016: Un candidato milanese e juventino: l’autogol del M5S a Napoli

Morte Casaleggio, il cordoglio che non ti aspetti

Morto Casaleggio
Un primo piano di Gianroberto Casaleggio

Mattarella: negli ultimi anni tutto l’impegno civile – Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, si è detto “particolarmente colpito dalla prematura scomparsa di Gianroberto Casaleggio, intellettuale, editore, protagonista politico innovativo e appassionato”. Il Presidente Mattarella, in una lettera di cordoglio inviata alla famiglia, ricorda di averlo incontrato il 26 febbraio dello scorso anno al Quirinale in occasione dell’incontro di una delegazione del Movimento Cinque Stelle, alla cui causa, ricorda il Presidente, Casaleggio “aveva dedicato negli ultimi anni tutto il suo impegno civile”. Morto Casaleggio, anche la mummia Mattarella se ne dispiace.

Boschi: scompare un protagonista vita politica  – “Esprimo il mio cordoglio e la mia vicinanza alla famiglia di Gianroberto Casaleggio. Rivolgo un pensiero a tutti i colleghi e ai militanti del M5S. A prescindere dalle opinioni di ognuno, oggi senza dubbio è venuto a mancare uno dei protagonisti della vita politica degli ultimi anni”. Lo afferma il ministro per le Riforme Maria Elena Boschi.

Emiliano: #M5S coscienza civile dell’Italia – “La mia affettuosa vicinanza alla famiglia e ai militanti del #M5S per la morte di #GianrobertoCasaleggio, coscienza civile dell’Italia”. Lo scrive su Twitter il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, commentando la scomparsa del fondatore del Movimento Cinquestelle.

Bertolaso: vicini alla famiglia – “Ci sono momenti in cui la politica si deve fermare. Sono vicino alla famiglia di Casaleggio a cui vanno le mie più sentite condoglianze”. Questo il tweet di condoglianze del candidato sindaco di Forza Italia al comune di Roma, Guido Bertolaso.

Giachetti: oggi niente campagna elettorale – “Oggi niente campagna elettorale. Un abbraccio affettuoso alla famiglia di Gianroberto Casaleggio e ai militanti del M5S”. Lo annuncia su Twitter il candidato sindaco di Roma per il Pd, Roberto Giachetti.

Perfino il presidente del Senato Piero Grasso esprime il suo cordoglio per la morte di Casaleggio, attraverso twitter. “Condoglianze alla famiglia, agli eletti e agli attivisti per la scomparsa di Gianroberto #Casaleggio, cofondatore del @Mov5Stelle”.

Lorenzin: ha rivoluzionato la comunicazione politica – ”E’ scomparsa una persona che ha rivoluzionato la comunicazione politica nel nostro paese. Il primo ad aver capito l’importanza dei social network”. Così il ministro della salute, Beatrice Lorenzin, esprimendo le sue condoglianze alla famiglia di Gianroberto Casaleggio e al movimento M5s.

Maroni: uomo coraggioso – “#Casaleggio avversario politico, ma uomo coraggioso che ci ha sempre messo la faccia. Condoglianze a suoi famigliari e a @Mov5Stelle”, scrive il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni.

I parlamentari cinquestelle hanno anche rifiutato che venisse rispettato un minuto di raccoglimento per Casaleggio. Sarebbe risultato ipocrita e da lui poco gradito. Dato che da anni era impegnato affinché quelle istituzioni stantie e autoreferenziali cambiassero.

Luca Scialò

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.