Come il Covid-19 ha fatto la fortuna di Moderna

Come il Covid-19 ha fatto la fortuna di Moderna

Introduzione

E’ fuori di dubbio che alcune società quotate in Borsa abbiano beneficiato mostruosamente del Covid-19. Si tratta di quelle attività che hanno visto lievitare fatturato e titolo in Borsa con l’arrivo della Pandemia. Per motivi diversi Amazon, Netflix, Zoom, Pfizer. Solo per fare qualche nome.

Anche Moderna è un case study molto interessante, poiché è evidente come la società abbia cambiato completamente registro da quando ha lanciato il vaccino basato su mRNA.

Ricordiamo che Moderna Inc. è una società di biotecnologie che sviluppa medicinali a base di acido ribonucleico messaggero (mRNA). Una molecola a filamento singolo che trasferisce le informazioni genetiche al macchinario cellulare responsabile della produzione di proteine ​​che aiutano a sostenere la vita.

Nel complesso, l’azienda americana sviluppa medicinali per malattie infettive, immuno-oncologia, malattie cardiovascolari e altre malattie. Genera ricavi principalmente attraverso la vendita di prodotti, sovvenzioni e accordi di collaborazione.

Ecco qualche dato eloquente sui vantaggi tratti da Moderna dal Covid-19.

Fatturati di Moderna aumentati con vaccino Covid-19

Come riporta Investopedia, Moderna ha presentato a fine febbraio i risultati finanziari per il quarto trimestre dell’anno fiscale 2021 (FY) terminato il 31 dicembre 2021. La società ha registrato un utile netto di $ 4,9 miliardi, un miglioramento significativo rispetto alla perdita netta di $ 272 milioni dell’anno fa trimestre.

Le entrate sono aumentate di quasi tredici volte a $ 7,2 miliardi. L’incremento dei ricavi è stato interamente determinato dalle vendite di prodotti. Le vendite dei prodotti di Moderna sono aumentate vertiginosamente da quando il suo vaccino contro COVID-19 ha ricevuto per la prima volta l’autorizzazione all’uso di emergenza (EUA) dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense nel dicembre 2020.

Alla fine di gennaio 2022, il vaccino di Moderna ha ricevuto la piena approvazione dalla FDA per l’uso in individui di età pari o superiore a 18 anni. Il vaccino viene ora commercializzato come Spikevax.

Di recente, Moderna ha ricevuto anche il nullaosta in Australia per i bambini tra i 6 e i 13 anni. Inoltre, ha annunciato lo scorso aprile l’apertura di un grande stabilimento in Kenya.

Come riporta invece Borsa italiana, le previsioni sul 2022 di Moderna parlano di circa 21 miliardi di dollari per l’anno in corso. Con un aumento che nel secondo semestre dovrebbe essere leggermente superiore al primo.

I prossimi anni potrebbero essere altrettanto rosei, visto che le terapie prodotte da Moderna si basano tutte sull’mRNA, che ormai ha il vento in poppa come futuro della medicina.

Il miracolo per la società americana si palesa nel fatto che fino alla fine del 2019, quindi prima che avesse inizio la Pandemia, Moderna aveva accumulato perdite per $ 1,5 miliardi. Con $ 514 milioni di dollari solo nello stesso 2019.

Azioni Moderna in forte rialzo grazie a Covid-19

Anche le azioni di Moderna hanno beneficiato pienamente del Covid-19, registrando un rally molto evidente. Il titolo fino a gennaio 2020 non toccava i 20 dollari americani, ma ha iniziato a lievitare, seppur lentamente, con lo scoppio della Pandemia. Chiudendo l’anno con un valore di 5 volte tanto.

Ma la vera accelerata si è registrata quando è partita la vaccinazione mondiale, che ha visto il vaccino Moderna tra i più utilizzati insieme a quello Pfizer, sempre basato su tecnologia mRNA. Le azioni Moderna hanno sfiorato i 200 dollari americani ad agosto 2021, per poi iniziare un lento declino con alcuni sussulti. Seppure al momento della scrittura abbiano ancora un valore importante di 141 dollari. Ma il trend ribassista sta proseguendo, come si evince dal grafico seguente. Ribasso fisiologico, che rischia di proseguire ancora per molto se mancano dei solidi fondamentali.

azioni moderna covid-19
Grafico da IlSole24Ore

Conclusioni

Vedremo se ci saranno nuovi importanti rialzi, magari in concomitanza con il lancio di nuove cure o acquisizioni di altre società farmaceutiche, ecc. Come le naturali dinamiche delle società farmaceutiche quotate in borsa.

Intanto, a prescindere dai prossimi anni, il vaccino mRNA ha già salvato la società per qualche anno.

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. La mail per contattarmi: [email protected] Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice