La farsa del Ministero del Mare…senza mare

La farsa del Ministero del Mare…senza mare

Nel 2019 Giorgia Meloni aveva depositato una proposta di legge tramite la quale proponeva di creare un nuovo dicastero a cui venissero attribuite tutte “le funzioni e i compiti che hanno un collegamento con il mare“. Diventata Premier, ha ideato un Ministero del mare, più precisamente, un “ministero per le Politiche del mare e per il Sud”.

Una bella iniziativa, che prometteva così di occuparsi dei chilometri di costa che bagnano il mare ma non sfruttati a dovere. Sia dal punto di vista turistico che commerciale, soprattutto nel Mezzogiorno.

Il ministero è stato dato a Nello Musumeci, Governatore della Sicilia non riconfermato per le guerre intestine al centro-destra. Col ritorno in auge di Renato Schifani (ne abbiamo parlato qui).

Tuttavia, siamo di fronte alla solita farsa politica: il Ministero del mare non ha alcuna delega sul mare.

Ministero del mare di cosa si occupa

Come riporta Il Fatto quotidiano, a una ventina di giorni dalla sua creazione il ministero del mare ha già perso perfino una parte del nome. Le competenze per il Sud (comprensive di tutti gli investimenti del Pnrr) sono state trasferite al dicastero degli Affari europei guidato da Raffaele Fitto. In cambio Musumeci ha avuto il titolo di ministro per la Protezione civile.

Magra consolazione, perché Musumeci non si occuperà di gestione di porti e della Guardia costiera, ottenute da Matteo Salvini che ha le chiavi del Ministero delle infrastrutture. Né della pesca, affidata al ministero dell’Agricoltura di Francesco Lollobrigida. Ma neppure del turismo, finito alla Santanché con tanto di accuse di conflitto di interessi (come riportato qui).

A Musumeci non resta dunque qualche delega minore, ma, soprattutto la responsabilità del demanio marittimo, che si porta dietro le concessioni balneari che dovranno essere messe a gara entro il 2024. Il che creerà non pochi problemi con le imprese del settore.

Ricevi news senza censure su Telegram

banner-TELEGRAM
/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice