MESSENGER SARA’ ACCORPATO A SKYPE, FINE DI UN’ERA

LA POPOLARE APPLICAZIONE DELLA MICROSOFT VA IN PENSIONE DOPO 14 ANNI DI ONORATO SERVIZIO
Anche per il web vale la regola che “ogni scarpa diventa scarpone” e pertanto i programmi, i siti o le applicazioni non più usate vengono soppresse lasciando il passo a nuove invenzioni. Così anche il mitico Messenger va in pensione e sarà accorpato a un’altra applicazione pure molto diffusa: Skype.  L’annuncio risale allo scorso novembre, ma ora c’è una data ufficiale: il 15 marzo 2013. Gli utenti, ben 330 milioni in tutto il Mondo, sono stati avvisati da una mail che li invita a scaricare Skype, o, se già ce l’hanno, ad aggiornarla con l’ultima versione. L’operazione è dettata sia dallo scarso utilizzo di Messenger, a cui si preferisce ormai da tempo Facebook, sia dall’acquisto di Skype da parte della Microsoft per 8,5 miliardi di dollari dalla società Redmond. Del resto il colosso fondato da Bill Gates cerca da sempre di eliminare la concorrenza acquistandone i servizi. E’ successo con altri colossi quali ad esempio Google o Youtube.

IL PASSAGGIO – Skype ha già la sua applicazione proprietaria per le ultime versioni dei sistemi operativi Microsoft, Windows 8 e Windows Phone 8, ed è disponibile in download gratuito per le altre versioni di Windows. Redmond ha cercato di rendere indolore il processo di migrazione dei propri contatti: sarà sufficiente accedere a Skype con le credenziali utilizzate in precedenza su Messenger per vedere importati i propri contatti.
Di fatto con l’integrazione delle piattaforme l’account Microsoft diventa anche account di Skype a tutti gli effetti. I 330 milioni di utenti si sommeranno ai circa 280 milioni di utenti Skype, con alcune fisiologiche sovrapposizioni. Se si è già utenti Skype e Msn, ovvero si utilizzano due account differenti, sarà sufficiente aggiornare l’applicazione all’ultima versione, accedere con l’account Microsoft e successivamente seguire la procedura di fusione dei due account prevista dall’applicazione. Da quel momento in poi, tutto il proprio universo Msn sarà trasferito dentro Skype.
Il passaggio non riguarderà la Cina, dove rimarrà attivo perché la connettività Skype è gestita dalla società locale Tom.
LA STORIA DI MSN – Denominato inizialmente MSN Messenger Service, la prima versione rilasciata è stata la 1.0, disponibile dal 22 luglio 1999. Con la versione 4.6, rilasciata il 23 ottobre 2001, è stato rinominato MSN Messenger ed ha assunto l’attuale denominazione con la versione 8.0 rilasciata per la prima volta in versione beta il 13 dicembre 2005, assieme a Windows Live di cui è parte e si connette a .NET Messenger Service di Microsoft. Dalla versione 9.0, Windows Live Messenger è scaricabile soltanto nel pacchetto multiprogramma dei prodotti Windows, Windows Live Essentials. La sua attuale denominazione, più lunga, non è entrata però nel lessico degli utenti italiani, che prediligono tuttora la forma inesatta “Msn”: ad essa viene associata una contrattura del termine “messenger”, mentre si tratta invece dell’acronimo M.S.N. che indica l’intero network Microsoft. La versione attuale è la 2012, rilasciata il 7 agosto 2012. Chi proverà a connettersi a Msn dal 15 marzo riceverà un messaggio di errore.
Negli anni, la chat è graficamente migliorata e sempre più personalizzabile grazie a plugin scaricabili gratuitamente da parte degli utenti. Sempre nuove emoticon, animoticon, giochi, l’uso della webcam, le conversazioni multiple, hanno reso quest’applicazione divertente e piacevole da usare.
Finisce dunque un’era. L’ultima generazione che ha utilizzato MSN non ha mai provato l’emozione di vedere decine di contatti “in linea” con cui interagire. E le prossime generazioni non porranno mai a una persona contattata in qualche chat, per conoscerla meglio, la mitica domanda: “hai Msn?”.
/ 5
Grazie per aver votato!

0 Risposte a “MESSENGER SARA’ ACCORPATO A SKYPE, FINE DI UN’ERA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice