Maxi Lopez si ritira: il calciatore ricordato più per la vicenda Icardi-Wanda

Maxi Lopez si ritira: il calciatore ricordato più per la vicenda Icardi-Wanda

A 37 anni compiuti lo scorso 3 aprile, Maxi Lopez si ritira. Un classico giramondo del calcio, che ha fatto la spola tra Sud America ed Europa, soffermandosi di più però nel nostro Paese. Dove ha cambiato diverse casacche, con poca fortuna.

Maxi Lopez era un buon attaccante, il classico numero 9 con un discreto fiuto del gol ma non certo il phisique du role del centravanti-modello alla Ronaldo o alla Lukaku. Si avvicinava, anche per caratteristiche tecniche, più ad un Inzaghi.

Maxi Lopez sarà però più ricordato per il gossip e la vicenda Wanda Nara-Icardi. Sposato con la prorompente pin-up argentina, dalla quale ha avuto 3 biondissimi figli, se l’è vista sfuggire man mano e finire tra le braccia del bomber ex Inter ed ora al Paris Saint-German. Suo carissimo amico e in rampa di lancio mentre la sua carriera già era in fase di declino.

Con litigi anche sul campo tra i due: si ricorderà la mancata stretta di mano in un Sampdoria-Inter, quando Lopez ritirò la mano nei saluti pre-gara ad Icardi.

Ripercorriamo la carriera di Maxi Lopez.

Hai fretta? Leggi direttamente ciò che ti interessa:

Maxi Lopez carriera

maxi lopex icardi foto
Foto da Rai News

Come riporta Cronaka, Maxi Lopez ha esordito nel calcio che conta nelle fila del River Plate, registrando 56 presenze e 13 reti. Finisce sotto la lente d’ingrandimento del Barcellona, ma l’avventura in terra catalana dura 2 anni durante i quali colleziona solo 14 presenze e solo gol. Una lunga panchina durante la quale però vince una Supercoppa di Spagna e la Champions League.

E così, passa al Mallorca, ma poi riprende il giro del mondo andando prima in Russia al FK Mosca e poi in Brasile al Gremio. In quest’ultima avventura ritrova la vena sotto la porta, segnando 12 gol.

Basta una buona stagione per ritrovare anche l’interesse dei club europei. Questa volta italiani. Nel 2010 approda al Catania, dove disputa ottime stagioni risultando anche decisivo per la salvezza del club siculo (il mitico Catania di Simeone e Zenga). Poi passa al Milan, dove però viene colpito dall’anatema del numero 9.

Così va alla Sampdoria, dove però pure non incide. Torna al Catania dove la magia non sembra altrettanto ritornare e ritorna di nuovo al Genova.

Dopo questo continuo cambio di sponde tra Liguria e Sicilia, approda al Chievo Verona con il quale pure non incide. Ritrova però la vena del gol al Torino: nel biennio sotto alla Mole segna 14 reti.

Quando sembra di nuovo essersi ritrovato, approda all’Udinese ma la pistola sembra di nuovo essersi inceppata. Torna così in Brasile, al Vasco da Gama, segnando 10 reti e vincendo una coppa.

Ma la nostalgia dell’Italia, malgrado il caso Wanda-Icardi, sembra essere forte. E così accetta 2 anni di contratto al Crotone, ma anche qui gioca pochissimo, prima di concludere la carriera, alla Sambenedettese in Serie C.

In questo continuo girovagare, condito da più bassi che alti e qualche trofeo vinto soprattutto da non protagonista, Maxi Lopez si ritira dopo 493 presenze e 125 gol. Ma soprattutto, tanto Gossip.

A proposito di bomber e love story: ecco tutte le donne di Bobo Vieri. Qui invece un ritratto di Wanda Nara.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. La mail per contattarmi: luca.scialo81@gmail.com Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice