Listeria: cos’è, come si cura, come prevenire

Listeria: cos’è, come si cura, come prevenire

Cibo, croce e delizia. Soddisfazione del palato, ma spesso, rischio mortale. Per abusi o batteri in esso contenuti. Come il caso del wurstel, che dal 2020, complice la listeria – grave malattia che colpisce chi mangia alimenti contaminati, provocati dallo stesso ceppo batterico St 155 – avrebbe ucciso 3 persone. Mentre le persone totali coinvolte, tra le quali molte ricoverate, sarebbero ben 66.

Come riporta LaRepubblica, i tre decessi sarebbero avvenuti tra dicembre 2021 e marzo 2022 tra le regioni di Lombardia, Piemonte ed Emilia-Romagna. Sebbene occorra comunque sottolineare che si tratti di persone in condizioni di fragilità per età e patologie concomitanti. Mentre il totale delle persone danneggiate ammonterebbe a 66 unità, tra cui molti ricoverati.

Vediamo di seguito cos’è la Listeria e come evitarla.

Wurstel e Listeria: quali sono le marche coinvolte?

I marchi coinvolti sarebbero diversi, anche molto noti. Si tratterebbe di carni avicole (pollo e tacchino) prodotti dalla ditta Agricola Tre Valli. La quale si è già messa all’opera avviando tutte le misure a tutela del consumatore con il ritiro dei lotti risultati positivi e in applicazione del principio di massima precauzione, di tutti quelli prodotti prima del 12 settembre 2022. Rafforzando inoltre la comunicazione direttamente nei punti vendita.

Inizialmente si era sospettato del formaggio, fino a quando lo scorso luglio c’è stato il ritiro e la contestuale analisi di alcuni campioni di wurstel.

Cos’è la Listeria

La “listeria monocytogenes” è un batterio che può essere presente nel suolo, nell’acqua e nella vegetazione e può contaminare alimenti come latte, verdura, formaggi molli, carni poco cotte, insaccati poco stagionati.

Se è vero che bambini e adulti sani possono raramente sviluppare la malattia grave, rischiano di più soggetti già debilitati, immunodepressi e donne in gravidanza.

Listeria sintomi

Come riconoscere la Listeria? Può presentarsi come un’influenza ma anche, nei fragili, con infezioni diffuse a tutto l’organismo e meningiti.

Come prevenire la Listeria

Sempre LaRepubblica riporta il vademecum del Ministero della salute per prevenire la Listeria.

Innanzitutto, occorre sempre lavarsi spesso le mani prima di toccare il cibo, così come pulire frequentemente tutte le superfici e i materiali della cucina che vengono a contatto con gli alimenti come utensili, piccoli elettrodomestici, frigorifero, strofinacci e spugnette.

E’ importante, inoltre, conservare in frigorifero gli alimenti crudi, cotti e pronti al consumo in modo separato e all’interno di contenitori chiusi.

Molto importante poi cuocere bene gli alimenti come indicato sull’etichetta. Ed ancora, non preparare con troppo anticipo gli alimenti da consumare cotti, e quando lo si fa, meglio conservarli in frigo e riscaldarli ad alta temperatura prima del consumo.

Infatti, il batterio listeria è sensibile alle alte temperature e tende quindi a distruggersi. In virtù di ciò, meglio non lasciare i cibi deperibili a temperatura ambiente e rispettare la temperatura di conservazione riportata in etichetta.

Per quanto riguarda lo specifico caso dei Wurstel, è sempre meglio cuocerli e non mangiarli crudi. A prescindere dalla marca, nota o meno nota che sia.

In questo articolo abbiamo poi parlato di cosa occorrerebbe fare per controllare eventuali richiami di alimenti e bevande.

Ricevi news senza censure su Telegram

banner-TELEGRAM
/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice