Koala addio: perché rischiamo di non vedere più questo dolce animale

koala dove trovarli

Data ultimo aggiornamento: 25 Maggio 2021

Insieme al Panda, il Koala rappresenta uno degli animali più dolci e teneri del pianeta. Tanto da essere assurto a simbolo di dolcezza per antonomasia. Il Koala appare essere un animale docile, indifeso, affabile. Che se ne sta per i fatti suoi sugli alberi a rosicchiare eucalipto ma che non disdegna una certa socialità manifestata tramite abbracci affettuosi agli esseri umani.

Purtroppo però, i Koala rientrano tra quelle specie in via di estinzione, che rischiamo di ricordare solo nei libri di Scienze o grazie a morbidi peluche. Ecco perché.

Koala caratteristiche

koala foto

Come riporta Wikipedia, il koala (Phascolarctos cinereus, o, impropriamente, koala bear) è un nativo marsupiale erbivoro arboreo in Australia. È l’unico rappresentante esistente della famiglia Phascolarctidae e i suoi parenti viventi più vicini sono i wombats. Si trova nelle aree costiere delle regioni orientali e meridionali della terraferma, che popolano il Queensland, il New South Wales, il Victoria e l’Australia meridionale. È facilmente riconoscibile per il corpo robusto e senza coda e la testa larga con orecchie rotonde e soffici e un grande naso a forma di cucchiaio. Il koala ha una lunghezza del corpo di 60-85 cm (24-33 pollici) e un peso di 4-15 kg (9-33 lb).

Il colore del pellame va dal grigio argento al marrone cioccolato. I koala delle popolazioni settentrionali sono in genere più piccoli e di colore più chiaro rispetto ai loro omologhi più a sud. Queste popolazioni possibilmente sono sottospecie separate, ma questo è contestato. In genere popolano i boschi di eucalipti aperti e le foglie di questi alberi costituiscono la maggior parte della loro dieta. Poiché questa dieta di eucalipto ha un contenuto nutrizionale e calorico limitato, i koala sono in gran parte sedentari e dormono fino a 20 ore al giorno. Sono animali asociali e il legame esiste solo tra madri e prole dipendente.

I maschi adulti comunicano con forti muggiti che intimidiscono i rivali e attraggono i compagni. I maschi segnano la loro presenza con secrezioni dalle ghiandole aromatiche situate sul petto. Essendo marsupiali, i koala danno vita a giovani sottosviluppati che strisciano nelle tasche delle loro madri, dove rimangono per i primi 6-7 mesi della loro vita. Questi giovani koala, conosciuti come joey, sono completamente svezzati intorno a un anno.

Koala origini

koala dove trovarli

I koala furono cacciati dagli indigeni australiani e raffigurati nei miti e nell’arte rupestre per millenni. Il primo incontro registrato tra un europeo e un koala fu nel 1798 e un’immagine del suo animale fu pubblicata nel 1810 dal naturalista George Perry. Il botanico Robert Brown scrisse la prima dettagliata descrizione scientifica del koala nel 1814, anche se il suo lavoro rimase inedito per 180 anni. L’artista popolare John Gould ha illustrato e descritto il koala, introducendo la specie al pubblico generale britannico. Ulteriori dettagli sulla biologia dell’animale furono rivelati nel 19° secolo da diversi scienziati inglesi. A causa del suo aspetto distintivo, il koala è riconosciuto in tutto il mondo come un simbolo dell’Australia.

Koala dove si trovano

koala cucciolo foto

Dove si trovano i Koala? Si trovano principalmente lungo la costa orientale dell’Australia, da Adelaide fino alla base della Penisola di Capo York, e dove vi è abbastanza pioggia per sostenere foreste di eucalipto, unica fonte di sostentamento.

Koala perché a rischio

Sono elencati come vulnerabili dall’Unione internazionale per la conservazione della natura. Il governo australiano elenca le popolazioni specifiche del Queensland e del Nuovo Galles del Sud come vulnerabili.

Perchè i Koala sono a rischio? A dire il vero, in Natura i koala hanno pochi predatori e parassiti naturali, ma sono minacciati da vari patogeni, come i batteri Chlamydiaceae e il retrovirus koala, così come da incendi boschivi e siccità.

L’animale è stato cacciato pesantemente all’inizio del 20 ° secolo per la sua pelliccia, e le abbattimenti su larga scala nel Queensland hanno provocato una protesta pubblica che ha avviato un movimento per proteggere le specie. Sono stati istituiti santuari e gli sforzi di traslocazione sono stati spostati in nuove regioni koala il cui habitat si era frammentato o ridotto. La più grande minaccia alla loro esistenza è la distruzione dell’habitat causata dall’agricoltura e dall’urbanizzazione.

Il portale Salva le foreste aggiunge poi che i koala rischiano di estinguesti entro il 2050 nello Stato australiano del Nuovo Galles Del Sud e la causa è l’incremento del disboscamento per l’agricoltura. L’allarme arriva con la pubblicazione di un rapporto del WWF e del Nature Conservation Council, nel quale gli studiosi hanno utilizzato immagini satellitari per monitorare il tasso di accelerazione del disboscamento nello Stato per stimare l”impatto sulle specie vulnerabili e in via di estinzione.

“Secondo stime del Wwf Australia, ci sono probabilmente meno di 20 mila koala rimasti nel New South Wales e al ritmo attuale, sono sulla buona strada per estinguersi nello Stato già nel 2050”, ha dichiarato Stuart Blanch del WWF. “Dobbiamo fermare questo eccessivo taglio di alberi se vogliamo mantenere i koala vivi allo stato brado per le generazioni future”, ha aggiunto Blanch.

Il rapporto è stato pubblicato durante la giornata intitolata National Threatened Species Day, che si tiene nel giorno della morte dell”ultima tigre della Tasmania nello zoo di Hobart avvenuta nel 1936.

L’Australia Koala Foundation stima che ci siano meno di 100mila koala rimasti in libertà in tutta l’Australia e, addirittura, forse solo 43mila. Sono minacciati dalla perdita di habitat, attacchi di cani, incendi boschivi e incidenti stradali. I koala sono classificati come “vulnerabili” a causa della perdita di habitat, ma la Fondazione sostiene che la classificazione dovrebbe passare a quella di “in pericolo critico” e che dovrebbero essere protetti più habitat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Torna all'indice