Khosta-2, virus simile a Covid-19 individuato in Russia: quali rischi

Khosta-2, virus simile a Covid-19 individuato in Russia: quali rischi

Mentre il Covid-19 spara, si spera, le sue ultime cartucce, ecco che in Russia viene individuato un virus simile ad esso: Khosta-2.

Il nuovo virus respiratorio è stato trovato nel Parco Nazionale di Sochi – località russa diventata famosa per aver ospitato qualche anno fa le olimpiadi invernali – tra i pipistrelli Rhinolophus hipposideros. Una specie diffusa anche in Europa e Nord Africa.

Khosta-2 virus cos’è

Come riporta Wired, sito non certo allarmista ma molto attento agli approfondimenti tecnologici e scientifici, Khosta-2 sarebbe molto simile al Sars-Cov-2, passato alla storia come Covid-19. Quindi ricoperto dalle ormai famigerate proteine spike.

Dalle analisi di laboratorio è emerso che questo virus dei pipistrelli è stato in grado di infettare le cellule umane, utilizzando la proteina spike per attaccarsi ai recettori dell’enzima di conversione dell’angiotensina 2 (Ace2) sulle cellule epatiche umane per infettare i tessuti più o meno allo stesso modo di Sars-Cov-2.

Khosta-2: quali sono i rischi del nuovo Covid-19

I ricercatori della Washington State University che hanno scoperto il nuovo Covid-19 in salsa russa, ritengono che il virus respiratorio potrebbe potenzialmente infettare anche gli esseri umani. Con l’aggravante che i vaccini attualmente disponibili non fornirebbero la sufficiente protezione. Così come risulterebbero insufficienti gli anticorpi sviluppati con le varianti Omicron.

Proprio per questo ultimo punto, il virologo e autore dello studio Michael Letko, ribadisce l’importanza di sviluppare vaccini universali per la protezione contro i sarbecovirus in generale. Già avanzata da tempo da altri colleghi.

Per ora, la magra consolazione è che a Khosta-2 mancano alcuni geni ritenuti coinvolti nell’infezione degli essere umani. Tuttavia, se co-infettasse un ospite con un altro coronavirus, ci potrebbe essere anche l’eventualità che i due virus possano ricombinarsi in una variante completamente nuova.

Insomma, si torna a parlare di pandemie e vaccini. Per la gioia di Bill Gates e delle multinazionali farmaceutiche che ancora stanno contando i soldi racimolati in questo anno e passa di vaccinazione mondiale.

E chissà se incolperanno la Russia di celati progetti batteriologici, proprio come fatto con la Cina con il Covid-19. In fondo, la storia si ripete sempre due volte: la prima come tragedia, la seconda come farsa.

Ricevi news senza censure su Telegram

banner-TELEGRAM
/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. Per collaborazioni, banner, segnalazioni o richieste: luca.scialo81@gmail.com Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice