Crea sito

Il mistero dell’infermiera sparita dopo vaccino per Covid-19

L’infermiera svenuta dopo vaccino Covid-19 è morta? Proseguono le vaccinazioni contro il Covid-19, sebbene in ordine sparso tra gli Stati dell’Unione europea e in realtà tra le stesse regioni italiane. Come solito effetto del federalismo sgangherato del nostro Paese. Oltre allo scetticismo di molti, in virtù dei tempi molto ristretti per la sua realizzazione, che non ne avrebbero constatato gli effetti collaterali. Scetticismo che conta tra le sue fila anche proprio medici e infermieri.

La speranza generale, comunque, vaccino o no, è che entro il 2021 siamo usciti definitivamente da questo incubo. Sebbene gli strascichi economici e psicologici saranno lunghi. Si parla anche di un passaporto sanitario per tornare a viaggiare.

Ma tornando ai vaccini, c’è un mistero che incalza in queste settimane.E riguarda la prima persona sottoposta al vaccino Pfizer anti-Covid19: Tiffany Pontes Dover. Poco dopo la somministrazione la donna si è sentita male e per molti sarebbe perfino morta.

Come stanno le cose?

Tiffany Pontes Dover è morta?

tiffany pontes dover

Andiamo con ordine. Giovedì 17 dicembre 2020, presso il CHI Memorial di Chattanooga, nello stato del Tennessee, diversi operatori sanitari si sono sottoposti al vaccino Pfizer anti Covid-19. Non tutto però è andato liscio: l’infermiera Tiffany Pontes Dover, dopo essersi sottoposta all’iniezione, è svenuta mentre parlava di fronte alle telecamere.

E’ bastato ciò per alimentare i dubbi relativi alla effettiva bontà del vaccino. E sul fatto che sia stato realizzato troppo velocemente, senza somministrazioni ripetute su larghi campioni così da accertarne gli effetti collaterali. Un protocollo che, come ho riportato qui, richiede in media tra i 5 e gli 8 anni.
Molti ritengono che tale velocità sia dovuta alle nuove tecnologie che caratterizzano il vaccino, ma altri sospettano che sia già pronto da fine 2019 o che bisognava accontentare subito la fame delle multinazionali e di Bill Gates.

Comunque, tornando alla infermiera Tiffany Pontes Dover, è iniziata sui Social una guerra di conferme e smentite. Tra quanti hanno cercato da un lato di provare la sua morte (su Instagram è stata addirittura realizzata una pagina) e dall’altro invece di smentirla. Tra cui lo stesso ospedale presso il quale la Dover presta servizio.

Il CHI Memorial di Chattanooga, con tanto di post sui propri profili Social ufficiali, ha anche postato il vero motivo dello svenimento della Tiffany Pontes Dover: la giovane donna soffrirebbe di sincope e il vaccino non c’entrerebbe nulla.

Sulla guerra Dover viva, Dover morta, rimando ad un approfondimento del sito Open. Dove vengono mostrati tanto di screenshot e link da ambo le parti.

Tra l’altro, a suffragio della tesi che l’infermiera svenuta dopo vaccino per Covid-19 sia ancora viva, tanto di foto durante le festività natalizie da parte dei suoi parenti.

Video infermiera svenuta dopo vaccino Covid-19

Per quanti non lo avessero ancora visto, ecco il momento in cui la Dover viene dopo vaccino:

Infermiera svenuta dopo vaccino Covid-19 morta?

Personalmente, però, il mistero rimane. Intanto, chi ci dice che quelle foto postate dai parenti siano di questi giorni? Ma soprattutto, perché la Dover, tanto attiva sul proprio profilo Instagram, come si può notare qui, dal 14 dicembre 2020 non posta più nulla. Ed infatti, sotto il suo ultimo post, pubblicato in occasione del suo compleanno come si legge dalla didascalia, è possibile leggere molti commenti che si chiedano che fine abbia fatto. Con alcuni followers che ritengono stia perseguendo solo la propria privacy.

infermiera svenuta vaccino covid19 morta prove

Certo, qualcuno avrebbe potuto postare al suo posto per far finta che tutto stia andando avanti nella normalità. Ma la Dover avrebbe potuto anche fare un breve video, che so, in occasione del Natale, per farsi vedere, dire che stava bene e fare gli auguri a tutti. Perché tutto questo silenzio? Davvero per evitare di esporsi mediaticamente? O qualcosa è realmente successo alla sua salute dopo il vaccino?

Senza voler essere complottista, qualche dubbio mi sia concesso…

Luca Scialò

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere

2 Risposte a “Il mistero dell’infermiera sparita dopo vaccino per Covid-19”

  1. Comunque sia, se non ci sono prove certe, e sembra che non ce ne siano, articoli e dicerie sull’effetto del vaccino in questo momento sono pericolosi. Si da corda a chi sostiene che il virus sia un’invenzione.
    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.