Ikea ritira piatti e tazze pericolosi: quali sono e tutti i precedenti

Ikea, ci risiamo. Di tanto in tanto, la multinazionale svedese deve ritirare qualche prodotto perché pericoloso.

Questa volta tocca a piatti piani, fondi, tazze e ciotole che diventano pericolosi se contengono cibi e bevande bollenti. Più in avanti vedremo quali modelli sono quelli incriminati. Sono stante tante le segnalazioni e le lamentele che hanno spinto Ikea al ritiro.

Già in passato, il colosso dell’arredamento scandinavo, dove ci si passa delle ore, tra estimatori e denigratori, ha dovuto ritirare diversi prodotti perché pericolosi per l’incolumità di chi li utilizza. Anche bambini.

Vediamo dunque quali sono i piatti e le tazze ritirati da Ikea e gli altri precedenti.

Tazze e piatti Ikea ritirati quali sono

ikea ciotole piatti HEROISK TALRIKA

Come riporta Conto corrente online, Ikea ha ritirato dal mercato dei piatti piani, fondi, tazze e ciotole della serie Heroisk e Talrika (nomi che sembrano quelli di un duo che fa tormentoni estivi). Questa la motivazione ufficiale: “questi articoli potrebbero rompersi e provocare scottature se contengono cibi e bevande calde“.

I prodotti totali oggetto del ritiro sono nove, costituiti da plastica Pla da fonti rinnovabili.

Ikea, come sempre, si è subito attivata per risolvere il problema e mettersi in pari con gli standard sulla sicurezza. Sebbene occorra dire che Ikea testa sempre accuratamente i prodotti prima di lanciarli, ma talvolta, a quanto pare, non basta.

Cosa fare se si possiedono piatti, tazze o ciotole Heroisk e Talrika

Chi possiede questi piatti, tazze o ciotole Heroisk e Talrika, oltre ovviamente a smettere subito di usarli, può riportare i suddetti prodotti nel negozio Ikea più vicino ed ottenere il rimborso. Non è necessario avere con sé lo scontrino fiscale, anche perché si presuppone che sia passato del tempo.

Ikea prodotti pericolosi

mobili ikea

Come accennato, non è la prima volta che Ikea ritira prodotti ritenuti pericolosi. In questo articolo ho riportato altri precedenti, ai quali vanno aggiunti i seguenti:

  • Il 30 settembre 2019 il bavaglino MATVRA è stato ritirato perché diversi utenti hanno segnalato all’azienda svedese una problematica legata al bottoncino del bavaglino. Le probabilità che si staccasse sono risultate elevate con rischio di soffocamento per i bambini.
  • Il 30 maggio dello stesso anno, l’azienda ha avvertito i suoi clienti di un difetto nei ripiani della libreria e della vetrina HEMNES acquistate prima del 2017.
  • Nel 2017 il distributore di acqua LURVIG per animali domestici è stato ritirato perché la testa del cane o del gatto sarebbe potuta rimanere incastrata nella campana in plastica con conseguente soffocamento dell’animale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Torna all'indice