La maledizione della Guinness: sta morendo tragicamente tutta la dinastia

La maledizione della Guinness: sta morendo tragicamente tutta la dinastia

Introduzione

Gusto amaro, colore inconfondibilmente nero, schiuma densa e ambrata più dolce. E’ uno dei simboli caratteristici di quel meraviglioso paese chiamato Irlanda. Parlo ovviamente della Guinness.

In molti, quando visitano Dublino, non possono fare a meno di fare un salto alla sua fabbrica. O di assaggiare, anche in altre località della splendida isola di smeraldo, una pinta di Guinness. Abbastanza diversa da quella che si beve qui.

In pochi però sanno che intorno alla Guinness aleggia una vera e propria maledizione, che riguarda un ramo della famiglia proprietaria. La famiglia Guinness, con un patrimonio stimato di circa 906 milioni di sterline, è stata infatti colpita da una serie di tragedie. Ultimo Henry Channon.

Vediamo tutte le morti precedenti.

La maledizione dei Guinness: tutte le morti

Ad elencarle è Il Messaggero. L’uomo a morire era figlio milionario di un ex ministro del governo conservatore. Henry aveva 51 anni e combatteva da mesi contro un brutto male. Sua sorella maggiore, Olivia Channon, è morta invece per overdose all’università di Oxford nel 1986. All’epoca ne aveva solo 16.

Olivia è morta per overdose di eroina poco prima di laurearsi all’Università di Oxford, durante una festa organizzata da un amico nella sua stanza al Christ Church College.

Il cugino di Olivia, Sebastian Guinness, anche lui presente alla festa, fu incarcerato per quattro mesi per possesso di droga e la sua migliore amica Rosie Johnston ricevette una condanna a nove mesi per spaccio.

Ora la loro sorella Georgia, 55 anni, è l’unica sopravvissuta dei tre figli.

Loro padre, Paul Channon (poi Lord Kelvedon) – che prestò servizio come ministro di Gabinetto nei governi di Edward Heath e Margaret Thatcher – morì nel 2007 dopo una lunga battaglia contro l’Alzheimer. Sua moglie, Lady Kelvedon, morì due anni dopo.

Paul Channon era il figlio del diarista americano Sir Henry ‘Chips’ Channon e Lady Honor Guinness, ed ereditò la sua parte di eredità della famiglia Guinness.

La scorsa estate l’ereditiera della Guinness Honor Uloth è morta in uno strano incidente in piscina all’età di 19 anni.

Nel 2004, Robert Hesketh è morto nel sonno dopo aver assunto droghe a una festa in campagna. È stato trovato da sua moglie Catherine, figlia dell’erede della Guinness Lord Moyne.

Ma la maledizione continua a ritroso. L’erede della Guinness, Tara Browne, morì nel 1966 quando la sua auto passò con il semaforo rosso a Kensington, schiantandosi contro un furgone.

Lady Henrietta Guinness ha scelto invece l’Italia per suicidarsi: lanciandosi da un ponte in Umbria nel 1978. Peter Guinness morì a 4 anni in un incidente d’auto nello stesso anno.

Conclusioni

Una famiglia ricca ma infelice, come tante. La Guinness raffigura bene la loro storia: nera come il lutto, amara come il loro fato. Sapevi che anche i Kennedy patiscono una autentica maledizione? Ne ho parlato qui.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. Per collaborazioni, banner, guest post, segnalazioni o richieste: luca.scialo81@gmail.com Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Torna all'indice
Indice argomenti