Giapponese sposa un ologramma: chi sono i Fictosessuali

Giapponese sposa un ologramma: chi sono i Fictosessuali

Introduzione

Il mondo è bello perché è vario. Sono tanti i generi sessuali esistenti (qui ho parlato degli Ecosessuali), in un contesto di riconoscimento generale delle tendenze ormai inarrestabile. Come in fondo è giusto che sia, nel rispetto delle individualità. Certo alcune sono alquanto curiose, forse bizzarre per quanto si voglia essere larghi di vedute. Come il caso dei Fictosessuali.

Il primo caso di matrimonio tra un uomo e un ologramma si è avuto in Giappone. Terra dove la passione per Manga e videogame raggiunge livelli indefinibili. Al punto che molti si rinchiudono in casa per giorni, se non mesi, preferendo la virtualità e l’immaginazione alla realtà. Anche l’autoerotismo è molto diffuso, in una difficoltà di relazionarsi con gli altri esseri umani sempre più diffusa.

Vediamo meglio chi sono i Fictosessuali e il primo caso di matrimonio tra un uomo e un ologramma.

Matrimonio in Giappone tra uomo e ologramma

Come riporta Il Giornale, Akihiko Kondo, 38 anni, e l’ologramma di una cantante pop disegnata in stile manga, Hatsune Miku, si sono sposati in questi giorni contro il parere dei genitori di lui.

Hatsune Miku ha gli occhi e capelli blu, realizzata nel 2017 ed interagisce grazie a un dispositivo di nome Gatebox. Che altro non è che un “cilindro” nel quale è “proiettata“. Il gioco consente agli utenti di comunicare in realtà virtuale con una varietà di personaggi inventati tridimensionali.

La loro frequentazione sulla piattaforma ha permesso ai due uno scambio di messaggi e il conseguente “innamoramento“. Qualcosa che riguarda molto da vicino il film Her, con il sempre intenso Joaquin Phoenix. L’uomo dice di essere perfettamente consapevole che sua moglie non è reale, ma è stata l’unica a dargli sostegno durante il suo periodo di depressione.

Fictosessuali chi sono

Quello dei Fictosessuali è un fenomeno in aumento in Giappone. E, probabilmente, è destinato a diffondersi sempre più in Occidente. Dove individualismo e a-socialità, accelerati anche dalla Pandemia, sono sempre più diffuse.

Si tratta di persone che intraprendono relazioni sentimentali con personaggi inventati, di solito legati alle tecnologie. Favoriti proprio dal loro essere animati e quindi molto verosimili.

Se si guarda al profilo di Akihiko Kondo, è possibile vedere diverse foto del pupazzo in vari momenti del quotidiano. Questo è un video dell’ologramma. Se son rose, fioriranno. Virtuali si intende.

Ricevi news senza censure su Telegram

banner-TELEGRAM

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. La mail per contattarmi: [email protected] Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Torna all'indice