ELIMINATO IL DIVIETO DI SCATTARE FOTO NEI MUSEI: OPERE D’ARTE ALLA MERCE’ DEI SELFIE

Data ultimo aggiornamento: 27 Giugno 2014

I VISITATORI PIU’ CHE AMMIRARE LE OPERE, SE LE PONGONO DI SPALLE PER GLI AUTOSCATTI
Il Decreto cultura approvato dal Governo Renzi ha introdotto nei musei alcune novità, quali la rimozione dell’ingresso gratis per gli Over 65, la sua introduzione invece per gli under 18 e alcune riduzioni per gli under 25. Ma ha anche rimosso il divieto di fare foto alle opere d’arte. Certo, a ognuno di noi piace immortalare le opere per poterne avere un ricordo sottoforma di foto. Specie se ci troviamo all’estero e magari ci troviamo dinanzi un quadro o una statua di grande valore. Ma lo facciamo clandestinamente, attenti che le guardie non ci becchino. In realtà in molti musei italiani, dato il poco zelo delle guardie, era già facile poter immortalare un’opera; ma ora con il suddetto Decreto potremo farlo legittimamente. Una buona notizia, se non fosse per la famigerata moda del selfie, che trasforma i visitatori in una “banda di saccheggiatori d’immagini”. Gente che, anziché volgere lo sguardo alle opere, gli daranno le spalle per scattarsi una foto.

L’ESEMPIO DI FIRENZE – Per la Soprintendente speciale per il Patrimonio Storico e il Polo Museale fiorentino, Cristina Acidini, fare le foto nei musei è invece “un diritto giustamente sancito“. La soprintendente rivendica la “paternità” della liberalizzazione – che è stata sperimentata a Firenze prima di essere inserita nel decreto – ma ammette: “Quello che sta accadendo richiede delle riflessioni” anche perché “questa procedura sta generando un certo stress”.

0 Risposte a “ELIMINATO IL DIVIETO DI SCATTARE FOTO NEI MUSEI: OPERE D’ARTE ALLA MERCE’ DEI SELFIE”

  1. mi sembra che franceschini abbia detto che ogni prima domenica del mese ci sara' l'ingresso gratis per tutti nei mus

  2. Sicuro? Me lo auguro vivamente ma, da quanto ho letto, non mi sembra che nel decreto di franceschini sia contemplata l'abolizione dell'odioso divieto di scattare foto nei musei…Pare si parli solo di nuovi orari e nuove tariffe che tanto fanno incazzare i pensionati over 65, visto che gli toccherà pagare il biglietto.

  3. Diciamo che sono dispiaciuto di non aver potuto a suo tempo fotografare opere d´arte, vero che la maggioranza si possono trovare su internet,ma sapere che l´hai scattata tu quella foto, ha un fascino diverso. Ora speriamo che non diventi un abuso, nel senso che se vado in una galleria d´arte mi ritrovo a vedere quadri psicadelici. 🙂

  4. era ora , con questa liberalizzazione vedremo aumentare la fruizione delle opere d'arte , le visite nei musei e il turismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Torna all'indice