E L’ORATORE SCESE ANCHE A NAPOLI…

E L’ORATORE SCESE ANCHE A NAPOLI…

Ieri Silvio Berlusconi è venuto a Napoli, tenendo un comizio a Piazza del Plebiscito, dove vi hanno partecipato 45 mila persone…
In particolare, ha parlato del problema dei rifiuti in Campania e del fatto che il Governo si regge sui voti dei “senatori a vita”…


Ora che le critiche verso l’amministrazione di centro-sinistra, soprattutto nella persona di Bassolino, che domina la scena napoletana e campana da 14 anni, nonchè della Jervolino, che ha portato Napoli a livelli davvero imbarazzanti (vedi camorra, disoccupazione e rifiuti), siano dovute, ma direi anche scontate, vorrei ricordare al Cavaliere che il centro-destra in questi anni non ha mai proposto una valida alternativa di programmi e persone da anteporre al centro-sinistra.
Negli ultimi anni, il centro-destra ha proposto, per le elezioni del Presidente della Regione o a Sindaco di Napoli, gente come la Mussolini, che sarà pure verace come la Loren, ma non è certo candidabile a Sindaco (anche se qui il ricordo del Duce è ancora vivo); un vecchio e ribollito Rastelli; Martusciello in entrambe le elezioni (carneade, chi è costui?!); un giovane sconosciuto come Bocchino (già il nome e i relativi manifesti suscitarono molta ilarità); il questore Malvano (che vista la criminalità irrisolta a Napoli, è quasi uno sfottò…).
E poi al governo c’è stato fino all’anno scorso…Cosa ha fatto il centro-destra in 5 anni per il Sud?!

12 Risposte a “E L’ORATORE SCESE ANCHE A NAPOLI…”

  1. Ho già detto che rivedere Napoli in tv mi vien da piangere.Ormai si fa a rimpiattino su tutto.La credibilità di un polo si regge sulla inefficienza litigiosa dell'altro.Nel mezzo si può guazzare amche sull'immondizia.Argomento più e argomento meno sottraggono valore alla politica.

  2. non superavano i 15.000 e molti erano prezzolati e questo lo si capisce a il massimo è quando ha promesso che la prossima candidatura per la Regione Campania sarà un PEZZO DA NOVANTA Significato "Pezzo da novanta"Nel gergo della mafia il pezzo da novanta era propriamente il più grosso petardo di ferro di 26 cm che si sparava nelle feste a conclusione dei fuochi d'artificiola parola tradisce il pensiero , magari chiederà consiglio a Dell'Utri

  3. Ma bisogna proprio scegliere nel sondaggio? Non sarebbe davvero bello se almeno ci fossero due leader CREDIBILI da entrambe le parti, poi ognuno fa quel che crede? Per la disperazione dieri Alemanno mi sembra quello con più Neuroni…

  4. Ma lascia stare Silvio che ormai ci manca solo che si autoproclami rè d'Italia(almeno è quello che credo). Piuttosto hai visto la conferenza su Second Life di DI pietro *_* che figata!

  5. In risposta al tuo commento sull'oscuramento del sito di piero ricca.Senza dubbio ha la solidarieta' della gente dotata di libero pensiero, poiche' prima eventualmente si condanna fino all'ultimo giudizio per stabilire la colpevolezza, dopo si oscura il sito, a meno che non si tratti di realta' tipo quelle pedofile. Ma lo strapotere del messia di arcore e' potentissimo. P.s.Sono franco e sincero, caro luca, la situazione a napoli e della campania per cio' che concerne la situazione incredibile dei rifiuti, ha solo un perche', la vostra regione e' dominata quasi interamente dalle organizzazioni criminali, anche la gente onesta ormai non ha piu' fiducia, sia destra che sinistra difficilmente potranno risolvere in breve tempo questo problema atavico.Ci vorranno decenni di buona politica e tolleranza zero!!!!Auguri per voi e anche per il paese in generale.Saluti, charlie.

  6. ora, vorrei far notare una cosa: Uno che alle spalle, quando parla, ha lo slogan "Forza Italia / Forza Silvio", con che faccia poi dice che non esiste il partito di Berlusconi?

  7. il berlusca è andato a napoli per salutare gli amici di dell'utri, di previti e i suoi " i camorristi" si sà se cade questo governo la casa del letame a bisogno di voti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice