Djokovic vince Masters 1000: alla faccia di chi voleva vaccinarlo

Djokovic vince Masters 1000: alla faccia di chi voleva vaccinarlo

Introduzione

Novak Djokovic ha vinto il Masters 1000 di Roma, in attesa dei Roland Garros ormai alle porte. Ha sconfitto il greco Stefanis Tsitsipas per 6-0 e 7-6 (7/5), portando le sfide tra i due a 7-2.

Per il campione serbo si tratta del 38mo successo in carriera in un Masters 1000, mentre il totale dei titoli vinti sono 87. I match vinti sono mille. Djokovic ha ringraziato anche il pubblico italiano, per il consueto calore che gli trasmette ogni volta.

Tuttavia, questa volta la vittoria per lui ha un sapore diverso, enfatizzato da tutto quanto accaduto da inizio anno.

Novak Djokovic si aggiudica Masters 1000 dopo la bagarre sul vaccino Covid-19

Come riporta La Gazzetta dello sport, la vittoria di Djokovic ai Masters 1000 assumono come detto un valore particolare per tutto quanto accaduto ad inizio anno: il Grande Slam fallito all’ultima partita contro Medvedev. Ma, soprattutto, dopo le polemiche sul vaccino e l’espulsione dall’Australia, con conseguente mancata possibilità di non partecipare agli Australian Open.

Il tutto, per non volersi piegare alla logica del vaccino contro il Covid-19. La stessa che ha rovinato molti atleti, tra chi sta avendo risultati sotto-performanti, chi è stato costretto al ritiro (vedi Aguero), chi è stato costretto a sospendere le attività, come lo stesso Nadal, che Djokovic ha ricordato e i tanti addirittura deceduti (ne ho parlato qui).

Djokovic, ormai quarantenne, ha rigato diritto, proprio come le strisce bianche del quadrante dove si esibisce con successo. E ha vinto, contro tutti.

Ricevi via mail le news che i Tg non riportano (controlla anche in Spam)

Ricevi news senza censure su Telegram

banner-TELEGRAM
/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. Per collaborazioni, banner, segnalazioni o richieste: luca.scialo81@gmail.com Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice