Crea sito

Dieta Sirt: cos’è, come funziona e rischi della dieta che ha reso Adele irriconoscibile

Cos’è la dieta Sirt? Come funziona la dieta Sirt? Dopo aver visto la cantante britannica Adele magrissima e irriconoscibile, se lo stanno chiedendo molte ragazze curvy, nella speranza di raggiungere il suo stesso risultato.

Curvy è il nuovo termine con il quale si identificano le donne in sovrappeso, con rotondità superiori alla media. Quelle che un tempo si definivano in modo dispregiativo grasse e in alcuni dialetti chiatte.

Dopo che negli anni ‘90 si è enfatizzato il mito della magrezza, che sfocia nell’anoressia, fomentato dalla Moda e dalle Star delle passerelle in quel di Milano, Parigi e New York, in tempi più recenti si è cercato di convincere le ragazze che avere qualche chilo in più non è un dramma. Anzi, ha il suo fascino.

E così sono state create anche gare di bellezza ad hoc per le Over size, mentre a Miss Italia si è dato maggiore peso (in tutti i sensi) a ragazze che andassero oltre la fatidica 90x60x90.

Le Vip ovviamente hanno un ruolo molto importante nel lanciare certi messaggi sociali. Di fatto, molte tra loro si dicono soddisfatte del loro essere curvy.

Come appunto Adele, che fino a qualche anno fa sfoggiava le sue misure over size in modo orgoglioso e convinto. Dando un bel segno di speranza a quante si vedevano brutte e grasse.

Poi però, pure lei, come altre, ha deciso di passare dall’altro lato della barricata. Delle magre, dalla silouette invidiabile. Tradendo quanto detto fino a qualche anno fa. Tanto che Adele avrebbe perso fino a 45 Kg, come asseriscono alcuni giornali britannici (su tutti il Daily Mail). Anche se diversi siti parlano di 30 kg.

Ma la cantante Adele non è certo l’unica Vip Curvy pentita. Per la serie: Curvy è bello, ma magro è meglio.

Ma come funziona la dieta ?

Dieta Sirt cos’è

dieta sirt adele foto

Cos’è la dieta Sirt? Come riporta Clio Make up, si tratta di un regime alimentare ideato da Aidan Goggins e Glenn Matten.

Si basa sul consumo giornaliero di alcuni alimenti, chiamati Sirtfood (o cibi Sirt) che sono ricchi di speciali proteine: le sirtuine. Le quali sarebbero in grado di stimolare il metabolismo e di attivare il “gene magro”. Infatti, viene anche chiamata dieta del gene magro.

 

Si perderebbero così 3,5 kg in una sola settimana e dovrebbe essere seguita in modo rigoroso per almeno 3 settimane.

Il libro dei due autori riporta i 20 cibi fondamentali, cui si abbinano carne e pesce. Occorre poi ridurre drasticamente la quantità di carboidrati e il numero di calorie totali giornaliere.

Quali sono i cibi della dieta Sirt

dieta sirti cibi quali sono

Questi gli alimenti fondamentali per seguire la dieta Sirt:

  1. peperoncino (la varietà Bird’s Eye è la migliore)
  2. grano saraceno
  3. capperi
  4. sedano
  5. cacao
  6. caffè
  7. olio extravergine d’oliva
  8. tè verde (da preferire il Matcha)
  9. cavolo riccio
  10. levistico (anche noto come sedano di monte)
  11. datteri
  12. prezzemolo
  13. radicchio rosso
  14. cipolla rossa
  15. vino rosso
  16. rucola
  17. soia
  18. fragole
  19. curcuma
  20. noci

Essi, oltre a migliorare il metabolismo e ridurre il senso di appetito, migliorerebbero anche l’umore.

Dieta Sirt come funziona

dieta sirti rischi

Come funziona la dieta Sirt? Come accaduto per il Covid19, anche questa dieta si divide in Fase 1 e Fase 2.

Dieta Sirt Fase 1

La fase 1 (anche detta supersonica) promette di far perdere oltre 3 kg in soli 7 giorni.

In questa fase, le calorie giornaliere sono pochissime (1.000) e date quasi solo da cibi Sirt. Prevede 1 solo pasto solido al giorno e 3 succhi verdi Sirt.

Ossia centrifughe di cavolo, sedano, rucola, prezzemolo, levistico, mela verde e succo di limone. Il tè verde Matcha è un altro ingrediente importantissimo, ma va usato solo nella preparazione dei primi 2 succhi della giornata.

A partire dal quarto giorno di dieta, invece, il piano alimentare prevede 1.500 calorie giornaliere così ripartite: 2 succhi verdi Sirt e 2 pasti solidi.

I succhi verdi vanno consumati almeno 1 ora prima o 2 ore dopo il pasto solido. Il pasto solido dei primi 3 giorni e l’ultimo dei giorni a seguire non deve mai essere consumato dopo le 19:00.

Dieta Sirt Fase 2

La Fase 2 dura invece 14 giorni ed è di mantenimento.

Consiste nel consumare quotidianamente 3 pasti solidi equilibrati (facendo sempre attenzione a utilizzare prevalentemente cibi Sirt), 1 succo verde (al mattino appena svegli o almeno 30 minuti prima della colazione) e 1-2 spuntini Sirt.

Dieta Sirt rischi

 

Quali sono i rischi di seguire la dieta Sirt? Gli esperti ritengono che non ci siano particolari rischi e controindicazioni, purché la si segua però per tempi brevi. Quindi le 3 settimane vanno bene.

Inoltre, Adele ha accompagnato tale dieta anche con attività fisica, come il pilates.

Certo, la dieta Sirt è composta da diversi alimenti sirtuino-stimolanti, ricchi di sostanze come resveratrolo e flavonoidi, per i quali diversi studi hanno acclarato degli effetti positivi per la salute. Essendo i primi antiossidanti, antinfiammatori e vasoprotettori. Mentre i secondi svolgono azioni epatoprotettive e antiossidanti.

A Wired, Laura Rossi, nutrizionista e ricercatrice al Centro ricerca alimenti e nutrizione, afferma

anche posto che la sirtuina attivi dei geni correlati al metabolismo, al momento non sappiamo con certezza se contemporaneamente aziona anche geni che hanno l’effetto opposto. Parlare dell’azione di uno specifico alimento o sostanza rispetto all’attivazione di un gene è come guardare un paesaggio da un buco della serratura. E per comprendere a fondo l’azione genetica di un alimento bisognerebbe compiere studi che prevedono l’utilizzo di strumenti di bioinformatica complessi”.

Nel libro poi si cita un campione limitato, composto da 39 persone, seguite per 7 giorni, che hanno perso circa 3 chili.

Prosegue la Rossi:

Al di là della limitatezza del campione, il fatto che nella prima fase della dieta si perdano 3 chili”, dice ancora Rossi, “di per sé non è sorprendente, dato il regime ipocalorico cui si è sottoposti. Sarebbe stato anomalo il contrario: il dimagrimento non si misura in 7 giorni. Per di più, le diete con un regime così restrittivo, di solito, sono quelle che vengono abbandonate per prime”

Peraltro, la nutrizionista rammenta come nella dieta Sirt ci siano pure cibi come il vino rosso, che contiene zuccheri e alcool (alimento peraltro cancerogeno) e il cioccolato, a sua volta alimento ipercalorico e zuccherato.

La cosa migliore è farsi seguire da un esperto, magari consigliato da parenti o conoscenti che hanno avuto un risultato concreto nel tempo. Seguire le diete delle Vip, soprattutto così drastiche, può comportare seri rischi per la salute. Soprattutto sul lungo periodo.

Sondaggio

Proveresti la Dieta Sirt?
Luca Scialò

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.