Guerra in Ucraina: censurato anche quadro di Degas

Guerra in Ucraina: censurato anche quadro di Degas

Introduzione

Si sa, la storia la scrivono sempre i vincitori. Ma qui stiamo andando oltre. Chi non ha ancora vinto, ammesso che vincerà, la sta addirittura riscrivendo. Parliamo, ovviamente, della guerra in Ucraina e di un Occidente che finisce pure per cambiare titolo ad un famosissimo dipinto di Edgar Degas.

Non bastano quindi le fake news. Bisogna spingere ulteriormente verso la russofobia, con il Premier Draghi che ci spinge a scegliere tra la pace o il condizionatore acceso.

Ecco cosa è successo al dipinto di Degas “Danzatrici russe“.

Danzatrici russe di Degas diventa Danzatrici ucraine

Come riporta Ansa, che attinge da The Guardian, il National Gallery di Londra ha cambiato il titolo del dipinto di Edgar Degas “Danzatrici russe” in “Danzatrici ucraine“. Invitando a fare altrettanto ad altre istituzioni culturali, parlando di interpretazioni “pigre“, etichettatura errata dell’arte del patrimonio ucraino.

L’opera attualmente non è in mostra. Si tratta di un pastello raffigurante compagnie di ballerine di cui l’artista rimase affascinato nel vederle esibire a Parigi.

La decisione è basata sul fatto che nel dipinto il giallo e il blu dei colori nazionali dell’Ucraina sono evidenti in quelli che sembrano essere nastri per capelli e ghirlande indossati dalle ballerine.

Ricevi via mail le news sulla guerra in Ucraina che i Tg non riportano (controlla anche in Spam)

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. La mail per contattarmi: [email protected] Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice