Crea sito

Covid-19, variante inglese già in Italia? Rischi ed errore Governo

Dopo il paziente inglese, la variante inglese Covid-19. Domenica scorsa il Ministro degli esteri Luigi Di Maio ha annunciato che qualsiasi volo da e per la Gran Bretagna è stato sospeso poiché, come hanno fatto sapere dalla voce dell’eterna Regina, il Covid-19 made in Britain avrebbe una variante fuori controllo.

Cos’è questa variante inglese del Covid-19? Per ora si sa pochissimo, ma a quanto pare è più contagiosa di oltre il 70% rispetto alla forma “tradizionale”. Oltre al fatto che presenta 23 differenze di codice rispetto alla sequenza standard.

Il panico è scattato in tutta Europa quando le autorità olandesi hanno annunciato un caso della variante inglese nei Paesi bassi.

Tuttavia, a parte questa decisione di Di Maio, è possibile che la variante inglese del Covid-19 sia già in Italia. Ecco i motivi e quali rischi comporta.

Variante inglese Covid-19 rischi

La variante inglese del Covid-19, come sottolinea Inside Over, può comportare 2 rischi principali:

  1. Il Vaccino che sta partendo in Europa ed è già partito in Gran Bretagna, potrebbe già essere inefficace
  2. Potrebbe innalzare la curva dei contagiati, quindi ingolfare le già provate strutture ospedaliere

Variante inglese Covid-19 già in Italia?

covid-19 variante inglese

Il rischio è molto alto, giacché fino a domenica mattina i voli per e da la Gran Bretagna erano ancora regolari. Il tutto, senza alcun controllo negli aeroporti italiani su chi arrivasse.

Inoltre, molti per aggirare il divieto potrebbero decidere di fare scalo in altri paesi, così da non risultare provenire dalla Gran Bretagna. Oltre ad utilizzare altri mezzi, come i bus o i treni.

Infine, se la variante inglese del Covid-19 si è diffusa in altri paesi, come accaduto in Olanda, potrebbe non essere sufficiente chiudere gli scali da e per la Gran Bretagna.

Il Governo ha compiuto gli stessi errori fatti tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020. Quando la chiusura dai voli per e dalla Cina arrivarono solo dal 31 gennaio.

Il virologo Andrea Crisanti, non a caso, ha lanciato l’allarme all’Adnkronos:

Bisogna verificare se questa variante si trova già in Italia e quindi dare risorse ai laboratori per fare i sequenziamenti. Più si diffonde più causa malattie e morti, è evidente

Poi ha aggiunto:

La nuova variante è apparsa questa estate in Spagna ed effettivamente ha un R0 superiore agli altri. Non si sa se la risposta immunitaria prodotta dai vaccini copre anche questa variante, è un interrogativo al quale ancora non c’è risposta. Una cosa del genere, tuttavia, è già accaduta, con la variante di Shanghai che ha soppiantato quella di Wuhan

Luca Scialò

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere

2 Risposte a “Covid-19, variante inglese già in Italia? Rischi ed errore Governo”

  1. Siamo la lV marina militare del Mondo a cosa serve questo deterrente se nn impiegato a fare rispettare gli accordi mondiali sul rispetto dei limiti territoriali delle coste , che sono 12 miglia mentre la Libia li estende arbitrariamente a 50; miglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.