Crea sito

COPPIA GAY CHE FA SHOPPING, LO SPOT IKEA CHE NON PIACE A GIOVANARDI

Data ultima modifica: 26 Aprile 2011

PER IL SOTTOSEGRETARIO ALLA FAMIGLIA OFFENDE LA COSTITUZIONE

Solito Paese ipocrita e bigotto la nostra Italia. A scatenare assurde e ridicole polemiche questa volta uno spot della multinazionale svedese Ikea, raffigurante una coppia gay ivi intenta a fare la spesa. Per il Sottosegretario alla famiglia Carlo Giovanardi, non nuovo a rigurgiti democristiani, lo spot «offende la Costituzione».

L’ATTACCO DI GIOVANARDI – Due uomini fotografati di spalle che si tengono per mano, e sopra lo slogan: «Siamo aperti a tutte le famiglie»: la pubblicità gay-friendly di Ikea ha mandato su tutte le furie il sottosegretario alla famiglia Carlo Giovanardi, per il quale il colosso svedese con questo spot «offende la Costituzione». Un’opinione subito rispedita al mittente dalla multinazionale, che replica: nessuna offesa alla Costituzione e alla famiglia citata dall’articolo 29.

LA SOLIDARIETA’ DA SINISTRA – La sortita di Giovanardi ha sollevato anche le proteste di partiti e associazioni, sconcertati soprattutto dalla tempestività dell’attacco, che arriva all’indomani dell’aggressione omofoba alla deputata Paola Concia che passeggiava a Roma con la sua compagna. «Giovanardi non fa che rinfocolare in modo irresponsabile i peggiori sentimenti di odio che albergano nel Paese» insorge il vicepresidente del Pd Ivan Scalfarotto, mentre il senatore democratico Ignazio Marino sottolinea come il governo di cui il sottosegretario fa parte «diminuirà di 10 volte il Fondo delle politiche per le famiglie nel corso dei prossimi anni, portandolo dai 346 milioni di euro del 2008 ai 31 milioni previsti per il 2013». Ikea è un’azienda privata e può fare quel che vuole, commenta Franco Grillini dell’Idv, e il radicale Sergio Rovasio si augura che la Svezia faccia una protesta ufficiale e chiede immediate scuse dal Governo italiano.

L’ALTRO SPOT CHE HA GENERATO POLEMICHE – Un’altra polemica ha investito lo spot Ikea che pubblicizza una nuova linea di cucine ispirandosi alla saga de Il Padrino o la recente serie Tv I Soprano. La sceneggiatura dello spot, ideato dall’agenzia «1861united», ruota intorno a un messaggio ecologista, pesantemente attaccato dal popolo dei social network. A scagliarsi contro l’azienda sono soprattutto gli italiani che vivono al Meridione, «offesi» dalla campagna «ricca di luoghi comuni contro il Sud». Un’indignazione ridicola da parte di chi si sente ancora offeso da certe raffigurazioni e stereotipi. Anche questa è l’Italia, Paese campanilista e ridicolmente permaloso.


(Fonte: La Stampa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.