Champions, Napoli come Porto nel 2004?

Champions, Napoli come Porto nel 2004?

Il tanto atteso sorteggio di Nyon ha espresso il suo verdetto: ai quarti di Champions league 2022/23 si sfideranno due italiane, Napoli e Milan. L’altra italiana, l’Inter, beccherà il Benfica. Si sono già beccate poi le due favorite “d’ufficio”, Manchester city e Bayern Monaco. Infine, il Real Madrid dovrà vedersela col Chelsea.

Dunque, c’è il 75% di possibilità che una italiana vada in finale. Curioso poi il match che vede incrociarsi presente e passato per l’altro italiano in ballo: Carletto Ancelotti. Il suo Real Madrid fa sempre paura. Non è andata proprio bene all’Inter che incontrerà il Benfica, squadra che, insieme al Napoli, ha mostrato il miglior calcio giocato fino ad oggi nella massima competizione europea.

Merita invece una menzione a parte il Napoli, la cui vittoria in Champions league non è più una chimera. Potrebbe infatti essere la sorpresa, come accadde al Porto nel 2004.

Napoli e le possibilità di vincere la Champions league

Facciano i dovuti scongiuri i tifosi del Napoli. I quali però, almeno per quanto concerne il campionato, hanno ormai perso la propria proverbiale scaramanzia. Del resto, come non potrebbero, godendo di ben 18 punti di distacco dalla seconda, con le inseguitrici che non approfittano del minimo passo falso degli azzurri.

La Champions league, proprio come il monotono campionato italiano da oltre vent’anni, difficilmente regala sorprese. Bisogna infatti risalire al 2004 per trovare l’ultima, quando il Porto di Mourinho vinse a sorpresa la Champions league. Consacrando un allenatore che diventerà Special One, bissando sei anni dopo con l’Inter.

Certo, come rammenta Lisbona italiani, il Porto era già una realtà importante. Avendo ottenuto, nella precedente stagione 2002-03, un tripletino. Vincendo campionato, coppa nazionale e dell’Europa League.

Il Porto, inoltre, non iniziò benissimo, pareggiando contro il modesto Partizan e perdendo 1 a 3 in casa contro il Real Madrid. Poi però la musica cambia dalla terza, battendo il Marsiglia, e poi anche al ritorno. Per poi sconfiggere anche il Partizan e pareggiando contro il Real Madrid. Qualificandosi così secondi.

Alle eliminatorie, agli ottavi elimineranno una delle favorite, il Manchester United, poi ai quarti e alle semifinali due squadre più alla portata: Lione e Deportivo La Coruna. Che però aveva eliminato Juventus e Milan. In finale batte poi i francesi del Monaco.

Il Napoli è giunto fin qui brillando e meritando. E il fatto che abbia beccato proprio una italiana, contro la quale ha già mostrato la sua superiorità in campionato, e che in semifinale potrebbe incontrarne un’altra, può rendere il sogno ancora più fattibile. Certo, l’alternativa all’Inter è il Benfica, il che darebbe vita ad un match fatto di bel calcio.

Mettiamoci poi che tutte le favorite “tradizionali” stanno dall’altro lato del tabellone. E si sa, in finale può accadere di tutto rispetto ad un doppio match dei turni precedenti, dove le cose sono più ponderabili.

Insomma, Napoli può sognare.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Indice argomenti