Carinaro e la splendida Chiesa di Santa Eufemia

Carinaro e la splendida Chiesa di Santa Eufemia

Carinaro è un comune di 7.143 abitanti facente parte della provincia di Caserta, in Campania.

Riguardo le origini del nome, come riporta Wikipedia, potrebbe derivare da Carinarum, uno dei casali di Atella a cui poteva appartenere in passato. Oppure, o dal nome latino di persona Carinus. Si ipotizza, ma qui siamo più di fronte ad una leggenda, che il nome derivi dalla presenza di una fornace, chiamata calcara.

Infine, una ultima ipotesi vorrebbe l’origine del nome individuabile in Carnaro, la regione che comprende la città di Rovigno. Luogo in cui viene conservato il corpo di Sant’Eufemia, patrona del comune.

Vediamo la storia di Carinaro, dove si trova Carinaro e cosa vedere.

Carinaro dove si trova

Il Comune dista circa 20 km dal capoluogo di provincia Caserta di cui fa parte. Confina con i seguenti Comuni:

Carinaro storia

Carinaro sorse nel territorio dell’antica Liburia Atellana, una regione assai fertile compresa tra il fiume Clanio, il bosco di Acerra ed il fossato di Napoli. Già abitata in età neolitica ed abitata anche in epoche successive.

Dopo le invasioni barbariche, la popolazione locale cercò rifugio nelle contrade vicine dando vita a piccole comunità agricole assediate da saraceni, greci e longobardi.

Questi ultimi occuparono il casale di Carinaro, menzionato per la prima volta in alcuni scritti longobardi del V secolo come Cerinaru.

Fu ‘larrivo dei normanni nella contea di Aversa (1030) a sancire la rinascita dell’agro.

Ai tempi di Giovanna II d’Angiò il feudo fu proprietà dei Sanframondo e che fu poi diviso tra gli eredi. Per poi essere riunito nuovamente nel 1527 dai Brancaccio ed acquistato dai di Sangro nel 1580.

Tra il 1600 e il 1800 furono duchi di Carinaro i Mormile, una delle famiglie più antiche e nobili napoletane. Ma gli abitanti non arrivavano a 800 persone.

Nel 1928 fu abolita Terra di Lavoro e Carinaro fu aggregata ad Aversa e riottenne la sua autonomia solo nel 1946.

Cosa vedere a Carinaro

Il principale luogo di interesse è la splendida Chiesa di Santa Eufemia, in onore della patrona.

Santa Eufemia viene festeggiata il 16 settembre, con celebrazioni che però iniziano il 1º settembre, con un nutrito programma di manifestazioni nel quale i riti religiosi si alternano alle cerimonie religiose e pubbliche, agli spettacoli di piazza, alle varie competizioni.

Celebre è la “Gara delle mazze“, una sorta di asta pubblica nella quale il miglior offerente si aggiudica “le mazze di Sant’Eufemia“. Vale a dire il diritto ad accompagnare a spalla la statua della santa nel tragitto intercorrente fra la piazza di Carinaro e la chiesa.

Come arrivare alla Chiesa di Santa Eufemia a Carinaro

Ecco le indicazioni stradali di Google Maps per arrivare alla Chiesa di Santa Eufemia a Carinaro.

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. La mail per contattarmi: [email protected] Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice