Crea sito

L’inquietante costruzione di campi container in tutte le regioni

A cosa servono i campi container costruiti in tutte le regioni? E’ la domanda che molti italiani si stanno ponendo alla luce della notizia emersa in questi giorni.

Infatti il Governo, tramite la onnipresente Protezione Civile, abbia affidato alla Consip l’allestimento in ogni regione di ampi campi container. Per un costo totale di 266 milioni di euro.

Non solo, nel testo del bando si prevede anche la realizzazione di formati “big” al fine di ospitare interi nuclei familiari. Perché, quanto meno, non ci divideranno. Come per esempio succede al confine tra Usa e Messico, dove si separano pure bambini piccoli dai genitori.

Un bell’atto di generosità, non c’è che dire.

Ma torniamo alla domanda di partenza e cerchiamo di capire a cosa servono i campi container.

Campi container: il progetto

campi container scopo

Come riporta Affaritaliani, la procedura prevede che Regione e Comuni individuino specifiche aree che resteranno vincolate per allestire i campi container. Le cui dimensioni possono aumentare in caso di emergenze particolari.

Ci sono 2 tipi di campi container:

  • campo container “standard” in grado di ospitare 42 persone
  • campo container “ad uso ufficio” per 25 persone

Nel caso in cui l’evento drammatico dovesse verificarsi in “zona rurale”, la localizzazione dovrà essere scelta in modo da permettere agli allevatori di poter continuare la loro attività.

Occorrerà poi effettuare una volta l’anno simulazioni virtuali, al fine di garantire la velocità di “creazione del campo” e dei servizi essenziali. Come possono essere energia elettrica, sistema idrico e fognario, ecc.

Qui il bando completo.

A cosa servono campi container?

Bene, questa la versione ufficiale. Ma c’è chi non manca di vederci altri scopi dietro questo progetto. Come per esempio “internare” quanti decidano di non vaccinarsi e quindi è un pericolo per la società. O chi è contagiato e viene sottoposto a quarantena forzata.

Certo, giustamente qualcuno potrebbe ridere e vederci la solita esagerata dietrologia. Eppure, è già una realtà in Cina, come dimostra questo video postato su Twitter da Alessandro Meluzzi:

e in Germania, come dimostra questo servizio di Bild:

E se ci fosse altro di non detto? Come un pericolo imminente dovuto a cause naturali, o altro ancora?

Luca Scialò

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere

Una risposta a “L’inquietante costruzione di campi container in tutte le regioni”

  1. Bisogna dire che i tedeschi rispetto ai cinesi hanno una certa esperienza verso i campi di raccolta, basta solo vedere la differenza di materiali usati.
    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.