Caffè, stiamo sbagliando tutto: ecco a che ora dobbiamo berlo

Data ultimo aggiornamento: 1 Aprile 2019

Il caffè fa male? Quando bere il caffè? Il caffè in alcune zone d’Italia, come Napoli, è una religione. Mitica è la scena del grande Edoardo che spiega al suo vicino perennemente affacciato al balcone, come si fa il caffè con la macchinetta “napoletana”. Secondo alcune ricerche, questa bevanda e la relativa caffeina in essa contenuta, rappresenta per l’85% degli italiani qualcosa di irrinunciabile. Specie appena svegli, ma anche a metà mattina, dopo pranzo e per alcuni pure dopo cena.

Ma quando va bevuto il caffè? Davvero appena svegli? In realtà no, stiamo sbagliando tutti nel buttarci a capofitto sul caffè appena svegli. Ecco quando dobbiamo bere il caffè per trarne i migliori [sta_anchor id=”caffè”]benefici[/sta_anchor].

Quando bere il caffè

caffè tazzina fotoCome riporta SuperEva, infatti, secondo alcune ricerche scientifiche l’effetto positivo di questa bevanda sul corpo sarebbe maggiore 3 o 4 ore dopo il risveglio. Quindi. Se vi svegliate alle 7, dovete berlo tra le 10 e le 11. se vi svegliate alle 6.30, tra le 9.30 e le 10.30. Se vi svegliate alle 9 tra le 12 e le 13. Secondo gli esperti berlo pochi minuti dopo essersi alzati può aiutare, soprattutto dal punto di vista psicologico, ad affrontare la giornata, ma non è la soluzione giusta. Questo perché il suo effetto benefico sparisce dopo poco tempo. Per farlo durare più a lungo sarebbe necessario consumarlo metà mattina o nel primo pomeriggio.

Il motivo? In questo periodo della giornata, il cortisolo, ossia l’ormone dello stress, si attiva nel nostro organismo. Il livello di attenzione scende e iniziamo a produrre poco. Di qui la necessità di una pausa e di bere un bel caffè per ritrovare l’energia perduta. Quindi, l’ideale sarebbe berne un po’ appena svegli (magari giusto il fondo della tazza) e poi una tazzina normale verso le 11. O comunque in base a che ora vi siete svegliati (calcolate le fatidiche 3 o 4 ore).

Quando non bere il caffè

caffè fa maleGli esperti sono poi convinti all’unanimità che, essendo uno stimolante, non vada bevuto dopo le 16. In quanto la caffeina è in grado di disturbare il sonno sino a sei ore dopo averla assunta. Forse le 16 è un po’ esagerato, occorre comunque calcolare a che ora si andrà a dormire. Se alle 23 o mezzanotte, allora max per le 17 o le 18. Sopratutto se in quelle ore abbiamo ancora bisogno di essere vigili, perché stiamo lavorando o dobbiamo guidare.

Il caffè fa male?

Diverso il discorso sul fatto che faccia bene o faccia male. Su questo punto la comunità scientifica è ancora spaccata. Nel dubbio, meglio non esagerare e limitarsi a un paio di tazzine al giorno massimo. Comunque, ho approfondito qui quest’altra questione.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. Per collaborazioni, banner, segnalazioni o richieste: luca.scialo81@gmail.com Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice