Bitcoin rischia di perdere supporto di $ 30k: cosa accadrà?

Bitcoin rischia di perdere supporto di $ 30k: cosa accadrà?

Introduzione

Bitcoin non smette mai di riservare sorprese. Mentre molti analisti hanno sparato cifre molto elevate sul suo possibile valore futuro, toccando anche importi come i 100mila dollari americani o perfino i 500mila dollari, alla fine la Regina delle criptovalute rischia di perdere la soglia psicologica dei 30mila dollari di supporto.

Un valore che non osserva da fine 2020 ormai, quando, complice la Pandemia e l’affossamento dell’economia reale, il Bitcoin aveva intrapreso un incredibile rally che aveva portato a 5 volte di più il suo valore da aprile a dicembre 2020. Facendo impallidire il prezzo toccato a fine 2019, quando sfiorò i 20mila dollari.

Rally non arrestatosi con l’arrivo dell’anno nuovo, anzi proseguito fino a maggio 2021. Per poi perdere colpi in estate e rialzarsi in autunno, fino al fatidico 12 novembre, quando il prezzo ha sfiorare i 70mila dollari, per poi scendere di nuovo.

Di lì un nuovo rimbalzo, con un calo costante intervallato da alcuni brevi rialzi che però hanno trovato i 50mila dollari americani come resistenza.

Ed ora gli investitori si chiedono: cosa accadrà al prezzo del Bitcoin nel 2022?

Bitcoin previsioni 2022

Difficile stabilire cosa accadrà al Bitcoin per il resto del 2022. Sicuramente il prezzo avrà altre fiammate, complice sia il continuo dimezzamento dei bitcoin in circolazione (il cosiddetto halving), sia il crescente riconoscimento delle criptovalute a livello istituzionale. Con sempre più strumenti che ne replicano il valore (ETF e Futures), nonché banche e governi che lo utilizzano sempre più come strumento per le transazioni.

Tuttavia, arriveranno anche nuovi e pesanti cali, dovuti principalmente a notizie negative come attacchi hacker che minano alla credibilità delle criptovalute e a possibili leggi stringenti. Ma anche al fatto che gli investitori vadano all’incasso, vendendo i bitcoin posseduti per approfittare del prezzo corrente, sempre per la paura di trovarsi con meno tra le mani.

Probabilmente il Bitcoin perderà ancora valore, perdendo il supporto psicologico dei 30k. Ma sceso intorno ai 27k potrebbe intraprendere un nuovo rally per qualche mese. Resta poi da capire se tornato sopra i 60mila proseguirà ancora o troverà altre resistenze. Nessuno può dirlo. E’ possibile comunque che tra un rialzo e un ribasso entro fine anno potrebbe avvicinarsi ai 100mila dollari americani. Come previsto anche dagli analisti di Finder.

Ma nessuno ha la palla di vetro e le criptovalute sono note proprio per la loro volatilità.

Come investire sul Bitcoin

Dunque, il consiglio è sempre quello di investire nel breve, a corto raggio e navigare a vista. Possibilmente, acquistando Bitcoin quando il prezzo è in fase ribassista ormai da giorni e attendere un nuovo sostanzioso rialzo per la vendita. Sarebbe invece sbagliato farlo quando il Bitcoin ha il vento in poppa, lasciandosi prendere dall’entusiasmo. Giacché un crollo improvviso potrebbe vanificare il tutto.

Il trading CFD, invece, consente di investire long o short in base al movimento dell’asset rialzista o ribassista. Ma ricordatevi sempre di utilizzare Broker con regolari licenze per operare, tanti servizi offerti e commissioni e spread contenuti. Qui un approfondimento.

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. La mail per contattarmi: [email protected] Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Torna all'indice