Crea sito

BIN LADEN E’ MORTO DAVVERO? STANNO MORENDO TUTTI I MILITARI CHE LO UCCISERO

Data ultima modifica: 2 Aprile 2013

IL MARINE Brett D. Shadle E’ MORTO DURANTE UN’ESERCITAZIONE COL PARACADUTE. DUE ANNI FA NE MORIRONO 22 IN UN INCIDENTE. DEI 25 ANDATI IN MISSIONE NE RESTANO COSI’ IN VITA SOLO 2, CHE NON SE LA STANNO PASSANDO BENE
L’America non finisce mai di produrre sospetti e teorie complottiste. Volendo considerare solo la tragedia dell’11 settembre 2001, essa ha sfrenato dibattiti talvolta fantasiosi, talvolta più che realisti. Documentari vari hanno cercato di dimostrare che quello ai danni delle Torri gemelle non fosse un attentato, ma un evento montato “ad hoc” per preparare le future guerre in Medio Oriente. Ora a destare sospetti è la morte di quasi tutti i militari che furono protagonisti della cattura e uccisione di Bin Laden. Ne erano 25 e ne sono rimasti solo 2, i quali peraltro se la stanno passando pure brutta, altro che eroi. La chiamano già “maledizione di Bin Laden”.
Tutte morti casuali? O forse c’è qualcosa che non devono dire?

L’ULTIMA MORTE –  L’ultimo marine del «Team Six» morto, durante un’esercitazione, si chiamava Brett D. Shadle. Aveva 31 anni e giovedì della settimana scorsa con il suo paracadute si è schiantato al suolo nel deserto dell’Arizona dopo una collisione con un commilitone. Stavano esercitandosi nei lanci a bassa quota. Shadle è stato dichiarato morto all’ospedale di Tucson, poco lontano. Il collega è ricoverato in condizioni definite stabili e le sue generalità non sono state rivelate. Sull’incidente le autorità militari hanno aperto un’inchiesta.
22 MORTI SUL COLPO – Erano passati solo tre mesi dall’uccisione del superlatitante Osama Bin Laden, 2 maggio 2011, che il 6 agosto dello stesso anno sono morti 22 Marines che fecero parte di quell’operazione: il «Team 6», un’unità d’ elite dei Navy Seals (i commando di marina) composta da 300 uomini. In tutto sono 38 i morti carbonizzati nella carcassa dell’ elicottero CH-47 Chinook che li stava trasportando per partecipare ad un’ operazione contro un folto gruppo di talebani asserragliati in una palazzina nella cittadina di Sayyedabad, nella provincia del Wardak, a sud ovest di Kabul.
Fu anche il giorno più sanguinoso per le forze americane della Nato dall’invasione nell’ottobre 2001. Nell’ aprile e giugno 2005 morirono rispettivamente quindici e diciassette militari statunitensi coinvolti negli incidenti a due Chinook.
UNO DEI SUPERSTITI MINACCIATO DI MORTE – A queste morti – anche se non è mai ufficialmente confermato che i 22 a bordo dell’elicottero fossero ad Abbottabad o se facessero parte del team logistico – va aggiunta la storia di Matt Bissonnette, che sotto lo pseudonimo di Mark Owen aveva scritto un libro, No easy day, in cui raccontava il dettaglio della missione, e che è poi diventato la base del film Zero dark thirty. Bissonette/Owen è stato minacciato di morte, e non avendo chiesto ai suoi superiori il permesso di divulgare informazioni, seppur camuffate.
CHI UCCISE BIN LADEN SENZA ALCUNA ASSISTENZA – E l’uomo che ha materialmente ucciso Bin Laden («Devo colpirlo alla testa così non ha la possibilità di farsi saltare per aria. In quel attimo gli sparo, due volte alla fronte. Bam. Bam. La seconda mentre sta scivolando sul pavimento») un mese e mezzo fa aveva raccontato all’Esquire di essere rimasto senza alcuna assistenza dopo essersi congedato. Per l’emozione o lo stress legato alla vicenda, ha lasciato il Team Six dopo soli 16 anni, contro i 20 previsti.
Insomma, sembra quasi che l’America voglia come al solito eliminare personaggi scomodi affinché non parlino e svelino possibili verità scomode; anzi, scomodissime. Una metodologia che è insita nella storia americana, relativamente molto più breve di quella delle altre potenze occidentali, ma che ha già più volte fatto parlare male di sé. E allora è lecito chiedersi: Bin Laden è morto davvero?

0 Risposte a “BIN LADEN E’ MORTO DAVVERO? STANNO MORENDO TUTTI I MILITARI CHE LO UCCISERO”

  1. Bella storiella…. forse scopriremo che questi Seals non sono morti ma si sono rifugiati presso il regno di Atlantide essendo tutti nuotatori esperti essendo Marinai e non fanti di Marina…..

  2. Navy seal's non marine!È una cosa molto molto diversa! Per la precisione i ragazzi i questione sono membri del dev.gru (ex navy seal's team six) il team specializzato in antiterrorismo, ovvero l' élite , insieme agli sfod-d (delta force) delle forze armate usa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.