Biden come Obama: ordina trivellazioni in Alaska

Biden come Obama: ordina trivellazioni in Alaska

Su queste pagine ho spesso denunciato il fatto che Joe Biden fosse stato piazzato alla Casa bianca per soddisfare le brame delle tre principali lobbies che governano gli Stati Uniti: petrolifera, sanitaria e delle armi. Le quali non hanno trovato vita facile con il predecessore Donald Trump.

E così, dopo la ripresa delle guerre in giro per il mondo e la diffusione del vaccino anti-covid, anche le lobby petrolifere possono dirsi soddisfatte. Infatti, Biden ieri ha firmato un importante e controverso progetto di trivellazione petrolifera in Alaska.

La decisione di andare avanti con il progetto autorizzando tre siti di trivellazione nell’Alaska nordoccidentale sarebbe arrivata il giorno dopo che Biden aveva annunciato di ridurre radicalmente il leasing di petrolio e gas per proteggere fino a 16 milioni di acri di acqua e terra nella regione. Dunque, concessioni da un lato ma anche delimitazioni dall’altro.

Biden e le trivellazioni in Alaska

Come riporta Reuters, il sito in questione sarebbe situato all’interno della National Petroleum Reserve-Alaska, un’area di 23 milioni di acri (93 milioni di ettari) sul North Slope dello stato che è il più grande tratto di suolo pubblico negli Stati Uniti.

Le zone salvate dalle trivellazioni saranno il lago Teshekpuk, l’altopiano di Utukok, il fiume Colville, la laguna di Kasegaluk e le aree speciali di Peard Bay. Tuttavia, un gruppo ambientalista ha affermato che le nuove protezioni annunciate domenica non sono sufficienti e il governo dovrebbe fermare gli sviluppi di petrolio e gas per aiutare a combattere il cambiamento climatico.

Queste le parole di Kristen Monsell, un avvocato senior presso il Center for Biological Diversità:

Proteggere un’area dell’Artico in modo da poterne distruggere un’altra non ha senso, e non aiuterà le persone e la fauna selvatica che saranno sconvolte dal progetto Willow

Trivellazioni in Alaska: il precedente di Obama

Anche l’osannato dagli ecologisti (e non solo) Barack Obama fece una cosa simile. Per poi furbamente emettere un divieto a fine mandato, così da essere ricordato come quello che ha protetto l’Alaska dalle trivellazioni. Ci sono voluti quasi 7 anni, ma alla fine è caduto, rimosso da un altro democratico. Altro finto protettore dell’ambiente.

Ricevi le news su Telegram iscrivendoti al canale dal bottone seguente:

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Vito Andolini

Appassionato di geopolitica e politica nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Indice argomenti