Batman V Superman, due supereroi depressi si uniscono

Venerdì sera, essendo un fan di Batman e non perché ami particolarmente il genere fumettistico trasposto al Cinema, ho visto Batman V Superman: Dawn of Justice. Film che fa da epilogo a quella che sarà la saga sulla Justice league, la quale vedrà unirsi vari supereroi della Dc Comics nella lotta al male: Batman, Superman, Lanterna verde, Wonder Woman, Aquaman, Flash e altri supereroi. Di seguito la trama e la mia recensione.

Batman V Superman: Dawn of Justice, trama

batman vs superman dawn of justice
La locandina del film

Bruce Wayne si trova a Metropolis, mentre la lotta di Superman contro il nemico proveniente dal suo Pianeta sta distruggendo la città, creando molte vittime innocenti. Così nel miliardario supereroe si scatena un forte rancore verso quell’essere venuto dallo Spazio, che ha portato la sua guerra sulla Terra. Vorrebbe così sfidarlo, mentre a sua volta, Lex Luthor vorrebbe annientare Batman. Nel combattimento tra i due eroi, qualcosa che li accomuna finisce per allearli contro una minaccia per l’umanità, scatenata dal folle Luthor. Ad affiancarli una terza eroina: Wonder Woman. Smascherata da Batman, che vuole spingere altri metaumani a svelarsi e schierarsi per salvare il Mondo.

Batman V Superman: Dawn of Justice, recensione

Batman v Superman wallpaper film
I tre supereroi insieme

Dopo il successo de L’uomo d’acciaio, che ha riportato in auge Superman dopo i film cult anni ’70-’80 e dopo il flop di qualche anno fa di Superman returns, Zack Snyder viene assoldato dalla Dc Comics anche per una saga sulla Justice league. Che vede insieme vari supereroi della casa fumettistica americana. Questo film, che riprende la falsariga dark e malinconica de L’uomo d’acciaio, risente proprio del fatto di essere “preparatorio” rispetto ad essa. Un epilogo prolisso, alquanto inusuale per una pellicola sui supereroi che dovrebbe invece prevedere tanta azione ed effetti speciali. Ma se ciò potrebbe costituirne una forza e una distinzione dai soliti cliché dei film del genere, in realtà risulta avere una trama banale, con molte debolezze, poco convincente. La prima ora è alquanto noiosa, che sembra voler preparare a una seconda parte molto più coinvolgente ed avvincente. E invece, nulla. Il picco massimo della ridicolezza si raggiunge con il motivo, alquanto banale, che ferma la lotta tra Batman e Superman. Peraltro entrambi costantemente malinconici e imbronciati (questa è una delle critiche maggiori che viene mossa alla Dc Comics). Il titolo poi è fuorviante, dato che questa famigerata guerra tra i due supereroi dura molto poco.

Infine, quanto agli attori protagonisti, se Henry Cavill non è una novità nei panni de L’uomo d’acciaio e non aggiunge né toglie nulla rispetto al precedente film, diverso è il discorso per Ben Affleck in quelli di Batman. Il quale rievoca interpreti come Val Kilmer e George Clooney degli anni ’90. Bellocci e inespressivi. Purtroppo, i confronti con la trilogia di Nolan sono inevitabili quanto ingiusti e inutili. Quel Batman, tanto per la sceneggiatura quanto per la regia, difficilmente tornerà.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. Per collaborazioni, banner, segnalazioni o richieste: luca.scialo81@gmail.com Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

2 Risposte a “Batman V Superman, due supereroi depressi si uniscono”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice