Assicurazione auto obbligatoria anche se ferma: ennesima stangata

Assicurazione auto obbligatoria anche se ferma: ennesima stangata

Introduzione

L’assicurazione auto è obbligatoria anche se l’auto è ferma e non si usa.

Una ennesima stangata per gli automobilisti, già alle prese con un costante caro benzina; gli aumenti della stessa RCA; il bollo auto diventato obbligatorio perché tassa di possesso e non più di circolazione; la manutenzione ordinaria e straordinaria, il pagamento di parcheggi o garage per tenerla protetta da calamità naturali, dai vandali o dai furti; i pedaggi autostradali anche essi aumentati costantemente; revisione e bollino blu.

L’auto è diventata, per questi ed altri motivi, da tempo un bene di lusso. Come prima del Boom economico. Ed è per questo che in molti la tengono ferma, per risparmiare. Ma ora l’Ue ha imposto di assicurare l’auto anche quando la teniamo ferma.

Vediamo come funziona assicurazione obbligatoria quando auto è ferma.

Assicurazione auto obbligatoria anche se ferma: come stanno le cose

Come riporta Il Primato Nazionale, non importa dunque che si tenga l’auto parcheggiata nel proprio cortile, in garage, in un terreno privato o in un ricovero al chiuso. L’assicurazione sulla responsabilità civile andrà pagata anche quando non la si utilizza per lunghi periodi.

Si salveranno solo quei mezzi che costituiscono un relitto, privi cioè di ruote o di motore, tanto da potersi ritenere ormai delle carcasse incapaci di circolare. La direttiva europea in materia di Rc auto approvata in via definitiva la settimana scorsa dal Parlamento europeo non consente quindi neanche di sospendere la polizza quando non si utilizza il veicolo.

L’Unione europea lascia invece discrezionalità ai paesi membri per quanto concerne l’assicurazione obbligatoria per bici a pedalata assistita e mezzi di micromobilità elettrica. Mezzi diventati, complice l’indisciplinatezza di chi li guida o il dissesto stradale, molto pericolosi.

Comunque, l’obbligo della RCA per le auto ferme non entrerà in vigore a breve. Infatti, dopo l’adozione formale da parte del Consiglio Ue e la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale Ue, gli Stati membri hanno due anni di tempo per il recepimento.

Come non pagare assicurazione auto se ferma

L’unico modo per aggirare questo obbligo è quello di rendere l’auto in possesso, appunto, un relitto. Smontando cioè quelle componenti al punto da renderla impossibile di circolare. Pensiamo alle auto o al motore.

Certo, bisogna poi eventualmente ogni volta rimontare il tutto e si risulterebbe scoperta nel caso in cui si circolerebbe fuori dal campo privato.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. Per collaborazioni, banner, guest post, segnalazioni o richieste: luca.scialo81@gmail.com Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Torna all'indice