Apple senza Steve Jobs ha venduto l’anima al mercato

Il prossimo 5 ottobre saranno 10 anni dalla morte di Steve Jobs. Andatosene a soli 55 anni per un tumore al Pancreas (lo stesso che ha ucciso mio padre). E’ stato, come noto, cofondatore di Apple Inc. e ne è stato Ceo quasi fino alla fine. Cedendo il posto a Tim Cook il 24 agosto 2011.

Odiato dai luddisti e da chi vede la tecnologia informatica come una delle cause principali del peggioramento dei nostri rapporti sociali, senza dubbio è stato comunque un innovatore. Ideando prodotti che hanno fatto scuola e sono stati copiati da altri marchi.

Da quando Apple è passata a Tim Cook, però, sembra aver perso questa anima innovatrice. Concentrandosi soprattutto sulla finanza e sul mercato, più che sul prodotto. Del resto, qualche flop o qualche delusione non è mancata in questo decennio di gestione. Oltre alla ripetitività di certi progetti. Un po’ quanto successo alla FIAT quando è giunto Cesare Romiti.

Ma vediamo l’involuzione di Apple in questi anni.

Principali prodotti lanciati da Apple

apple iphone steve jobs

Come riporta Wikipedia, sotto la sua gestione Apple ha lanciato prodotti come:

  • Macintosh
  • iMac
  • iPod
  • iPhone
  • iPad

ha creduto fortemente nel mouse e nell’interfaccia grafica basata sull’impiego di icone e di finestre per menu a tendina. Che hanno portato alla creazione di Macintosh.

Non a caso, Steve Jobs si è classificato primo tra i 25 uomini d’affari più potenti per il 2007 secondo la prestigiosa classifica Fortune. Nonché persona dell’anno 2010 secondo il Financial Times.

Ha fondato anche la società NeXT Computer, nonché della Pixar Animation Studios, poi acquistata dalla Walt Disney Company. Pur rimanendone Ceo e principale azionista.

Apple, prodotti senza Steve Jobs

apple logo

Come fa notare Sergio Noto, Professore di Storia economica presso l’Università di Verona su Il Fatto quotidiano, Apple senza Steve Jobs ha smesso di innovare. Le macchine e i sistemi operativi sono sostanzialmente gli stessi del 2010.
Perfino il marketing, così fondamentale, non è cambiato per nulla. Sebbene siano cresciuti i profitti, ma forse anche beneficiando del lavoro svolto da lui prima della dipartita. Come se il marchio stesse ancora campando di rendita.

Oltre alla scarsa novità introdotta dai prodotti Apple degli ultimi anni, anche il marketing ne ha risentito molto. Eppure, Apple ha fatto del marketing il suo punto di forza, come giusto che sia. Una ottima pubblicità è la maschera colorata e rassicurante dietro la quale si cela il vero volto del Capitalismo.
Sembra quasi che Tim Cook voglia trasformare Apple in Microsoft. Ma la filosofia di Steve Jobs è diversa da Bill Gates.

Illuminanti sono le parole di Seth Godin, l’autore della Mucca Viola e genio indiscusso del marketing di oggi:

Tim Cook ha cambiato registro rispetto a Steve Jobs, ha creato il motore redditizio di Apple, abbandonando i nerd come me e concentrandosi invece sulla realizzazione di un prodotto di lusso a bassa innovazione. Poiché le masse non vogliono qualcosa di nuovo, vogliono qualcosa che funzioni, qualcosa che gli altri stanno usando, qualcosa che pensano risolvano i loro problemi.

Apple ha sempre lanciato prodotti con un prezzo ben superiore al loro valore e Tim Cook lo sa bene e sta spingendo verso questo modus operandi. Realizzando 110 miliardi di utile l’anno circa. Steve Jobs era un potente innovatore che si rivolgeva solo e soltanto ai nerd. Ma non si rivolgeva inizialmente alle masse, voleva qualcosa di diverso, che fosse in qualche modo esclusivo.

Poi, arrivato Tim Cook, il quale si è reso conto di avere in mano un incredibile e potente motore di fatturato.
Vendendo l’anima di Apple al diavolo, alias al mercato e ai principi del consumismo: la possibilità di dare alle persone quello che vogliono, cioè qualcosa che credono risolva i loro problemi. Ma in realtà crea bisogni.

Interessante è anche il video su questo tema di Ruby Bandiera. Il cui titolo è tutto dire. Apple: prodotti di lusso a bassa innovazione

Steve Jobs: curiosità

Due curiosità infine su Steve Jobs:

Il lato oscuro di Steve Jobs, come trattava la figlia

Steve Jobs ancora vivo? Ecco la foto che spiazza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Torna all'indice