ALTRO CHE AGENZIE O ANNUNCI SUL WEB: 6 AZIENDE SU 10 ASSUOMONO CONOSCENTI

SONO i dati del Sistema informativo Excelsior, FRUTTO DI UNA collaborazione TRA il ministero del Lavoro E UNIONCAMERE
Già quasi tre anni fa avevo parlato di questa notizia e di come rimarcasse il fallimento delle Agenzie interinali. Con la crisi che è perpetuata nel periodo successivo, le cose non potevano certo migliorare: anche nell’anno 2013 più di 6 imprese su 10 hanno scelto il personale da assumere partendo da una conoscenza diretta del candidato. Solo nell’1,8% dei casi le imprese si sono rivolte ai Centri per l’impiego locali e in misura poco maggiore, cioè il 2,6% delle volte, alle società di somministrazione. Nella maggior parte delle occasioni si sono rivolte invece a un candidato magari già sperimentato nel corso di uno stage o di un tirocinio, oppure scovato utilizzando canali del tutto informali, quali il passaparola di conoscenti, fornitori o altri imprenditori.

MERITOCRAZIA CHIMERA E IL RUOLO DELLA CAMERA DI COMMERCIO – Questi dati sconfortanti sono stati presentati in questi giorni da Unioncamere, in collaborazione con il ministero del Lavoro. Il ricorso a tali modalità, metterebbe in crisi la meritocrazia nel mondo delle assunzioni: «L’utilizzo di canali informali per la selezione del personale da parte delle imprese contribuisce certamente a quella asimmetria informativa che penalizza il merito e le capacità, in particolare dei giovani lavoratori – sono le parole di Claudio Gagliardi, segretario generale di Unioncamere. –
In questo scenario e visto il perdurare del disallineamento tra profili in uscita dal sistema formativo ed esigenze delle imprese, le Camere di commercio, già fortemente impegnate sul fronte dell’orientamento, dell’alternanza scuola-lavoro e dell’auto-imprenditorialità, potrebbero svolgere un utile servizio presso le aziende delle filiere chiave sul territorio, aiutandole a individuare le figure di cui hanno bisogno.
Inoltre, in maniera analoga a quanto accade nel sistema duale tedesco, la rete delle Camere di commercio potrebbe essere coinvolta nella gestione territoriale di un sistema di certificazione delle competenze (corrispondenti agli standard fissati a livello nazionale), in particolar modo degli studenti in uscita dai percorsi di alternanza scuola lavoro.

SONDAGGIO


La valutazione sulle Agenzie interinali varia molto secondo l’età. Per 7 giovani su 10 non sono utili, invece per gli adulti sì (6 su 10), parità invece tra gli over 55.

(Fonte: Lavorare.net)
/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice